La frandura è un piatto tipico di Montalto Ligure, un paesino della Valle Argentina, nell’entroterra imperiese.

Ingredienti per 4 persone

  • 700 g circa di patate
  • 150 g di farina 0
  • 2 dl circa di latte fresco intero
  • 70 g di pecorino stagionato
  • 1 cucchiaio di maggiorana fresca tritata (facoltativo)
  • 5 cucchiai di olio EVO
  • sale e pepe di mulinello

Informazioni aggiuntive

TIPO PORTATA

piatto unico

ESECUZIONE

Facile

PREPARAZIONE

20 min

COTTURA

30 min

PREPARAZIONE

La ricetta potrebbe essere di origine francese in quanto presenta delle similitudini con il “gratin dauphinoise”.
Dalle vallate povere dell’imperiese, infatti, molte persone si recavano in Francia a lavorare.
La versione ligure rispetto alla francese, è alleggerita di burro e panna e non prevede l’uovo.
Per un risultato ottimale la cottura dovrebbe avvenire in forno a legna nella stessa teglia in rame in cui si cuoce la farinata.


Sbucciate le patate, lavatele e tagliatele a rondelle spesse circa 3 millimetri. Oliate abbondantemente una teglia di 32 cm di diametro e sistemate sopra le rondelle di patate accavallandole per quasi la metà. Spolverizzatele quindi di sale e pepe.

Versate la farina in una ciotola quindi unite il latte a filo, mescolando per evitare la formazione di grumi. Dovrete ottenere una pastella fluida simile a quella delle crespelle. Salate e pepate leggermente e, se vi piace, unite anche la maggiorana.

Versate il composto sulle patate e spolverizzate con il pecorino grattugiato. Completate con un filo di olio rimasto. Cuocete la frandura in forno già caldo a 180°C per per circa mezz’ora finché le patate risulteranno cotte e la superficie e i bordi dorati e croccanti.