Aglianico del Vulture “Arcidiaconata”, “Colignelli”, “Kataos” - Basilicata Chardonnay “Osme”
TOP HUNDRED Aglianico del Vulture “Colignelli”

Clicca qui per leggere l’articolo di Paolo Massobrio uscito su La Stampa nel 2016

Testo publiredazionale

Negli anni ’50 i fratelli Radino consolidarono l’attività iniziata in Basilicata dal padre Francesco, aprendo a Milano una catena di negozi in cui su vendeva esclusivamente olio d’oliva. L’iniziativa, unica nel suo genere, ebbe un enorme successo; il numero dei negozi “Olio Radino” crebbe negli anni fino a raggiungere il numero di quindici, collocati nelle principali vie della città.
 
Vent’anni dopo Francesco Radino, memore dell’esperienza del nonno Francesco, del padre Vincenzo e degli zii, nel 2006 decide di ricominciare dalle origini riprendendo la conduzione dei propri terreni. Nasce così a Rapolla, in Basilicata, l’Azienda Agricola Francesco Radino, con un uliveto e due vigneti di proprietà, da cui ricavare, in piccola scala, uno straordinario olio extravergine di oliva da agricoltura biologica, con la storica etichetta di famiglia, e il “Nostos” un eccellente Aglianico del Vulture biologico.

I terreni si trovano all’interno di un ecosistema straordinario, quello del Vulture, vulcano spento a nord-est della Basilicata, le cui pendici, formate da colate di lava, lapilli e ceneri, sono straordinariamente fertili e particolarmente vocate alla coltivazione dell’ulivo e della vite.
 
Nel 2014 l’Az. Agr. Radino viene rilevata dalla famiglia D’Angelo che ne preserva i forti valori etici e la ricerca ossessiva della qualità con cura e perizia. I nuovi cru Arcidiaconata e Colignelli vengono prodotti, entrambi con coltura biologica nel rispetto della tradizione, poche etichette,ancor meno bottiglie,ma tutto ben fatto con la sapienza dei vecchi tempi, fortemente legati al territorio di origine.