Questa azienda agricola a conduzione familiare opera su una piccola superficie coltivata a vigneto e oliveto, oltre al seminativo per gli animali. L’attività si è trasformata nei primi anni 2000, con il passaggio al biologico e biodinamico. Dal 2007 sono state aggiunte circa 150 capre da latte secondo i dettami biologici, mentre la produzione dei formaggi è iniziata nel 2011, dopo 3-4 anni di sperimentazioni. Il latte aziendale, lavorato a crudo, viene trasformato in stracchino di capra, primo sale, Calcabrie di capra (stagionato per circa un mese, dalla crosta fiorita bianca), tomino fresco stagionato da 2 a 5 giorni, tomino fiorito a 'un colore' e a 'due colori', a seconda dell’innesto di una o due muffe nel formaggio, toma di capra, robiola, ricotta e yogurt. Imperdibili il Tronchetto, con crusca di canapa e con carbone vegetale, la Mattonella, fresca e fiorita, e l’erborinato dalla pasta morbida, che stagiona fino a 45 giorni. Diego Calcabrina organizza anche visite guidate all’azienda e degustazioni di vini e formaggi.