Dalle tisane al celebre Enoleo, i segreti della Farmacia Andreis dalla storica Fiera ad oggi

Quante volte abbiamo scritto che talvolta andare al ristorante può essere come andare in farmacia? Questa volta non sarà il potere curativo dei cibi il protagonista. Ma una storia che parte da una fiera di metà Quattrocento, la storica Fiera del Bue Grasso di Carrù che a inizio Novecento divenne una esposizione nazionale di buoi dov’è tradizione gustare il mitico bollito misto accompagnato dal vino fin dalla mattina. Com’è facile immaginare nei giorni freddi di dicembre in cui questa Fiera si svolge non dev’essere stato semplice digerire quelle porzioni abbondanti.

Da qui l’idea del farmacista locale, il dott. Andreis, di miscelare erbe e spezie depurative per aiutare i mercanti a “digerire” la Fiera. Oggi quella ricetta è diventata base di una tisana depurativa - la Tisana degli Speziali - prodotta proprio dalla Farmacia Andreis di Carrù (corso Einaudi, 10 - tel. 017375318) insieme alla Tisana rilassante “La Dama del Castello” che si lega alla storia del castello di Carrù e a quella drenante "Brindisi alla Salute".

Ma proprietà digestive e gusto piacevole si fondono anche in un altro prodotto della Farmacia Andreis (il prodotto con cui li abbiamo scoperti su Papillon un anno fa): il liquore Enoleo. Si tratta di un liquore antico ottenuto con piante e spezie in soluzione vinosa mescolate alla Tintura Sacra di rabarbaro. Piacevole in bocca, grazie alle sue note erbacee e balsamiche, lascia un retrogusto gradevolmente amarognolo. Ideale (anche questo) dopo il bollito.