Il gruppo di soprani della Compagnia Musicale Nadeshiko si esibirà a Premadio (Valdidentro - SO) il 28 luglio in favore della Transumanza della pace per le popolazioni di Srebrenica. La replica ad Asiago domenica 30.

Giovedì 27 e Venerdì 28 luglio nella splendida cornice dell’Alta Valtellina, un’iniziativa dalla montagna per la montagna. Musica, gusto e cultura si incontrano nella serie di eventi organizzati anche quest’anno dal Club di Papillon di Paolo Massobrio, e altri partner, in favore della Transumanza della Pace di Gianni Rigoni Stern. Si inizia giovedì 27 alle ore 18,30 con un incontro alla Ferriera Corneliani di Premadio (frazione di Valdidentro - So) per conoscere i protagonisti degli eventi: la Compagnia Musicale Nadeshiko, gruppo di giovani musiciste professioniste nato nel 2010 per iniziativa del soprano Akiko Tamura insegnante di canto presso la Musashino Academia Musicae di Tokyo (che farà due sole esibizioni in Italia per il 2017); il giornalista enogastronomico Paolo Massobrio, presidente del Club di Papillon, e Gianni Rigoni Stern ideatore della Transumanza della Pace.  A seguire alle 20,30, tutti insieme a cena al Ristorante Filò di Bormio per gustare i piatti migliori della tradizione valtellinese. Venerdì 28 alle 20,45, l’appuntamento più emozionante alla chiesa parrocchiale di Premadio per ascoltare, nell’atmosfera magica della montagna, l’entusiasmo di oltre 20 artiste amanti della lirica e arrivate dal Giappone in Italia per donare, gratuitamente e a scopo benefico, la bellezza dell’ensemble delle loro voci.

Il repertorio del concerto, molto vario, spazierà dalla canzone tradizionale della transumanza giapponese, ai pezzi classici tratti dalla tradizione operistica europea come Il Flauto Magico di Mozart o la Madame Butterfly di Puccini, fino alle arie fischiate della Carmen, all'Ave Maria di Giulio Caccini e all’omaggio a grandi cantautori italiani come Bruno Lauzi. L’iniziativa è organizzata dalla Città di Valdidentro e dal Club Papillon che sostiene ormai da 4 anni questo progetto ideato nel 2009 dall'agronomo Gianni Rigoni Stern, che ha promosso negli anni l’allevamento bovino tra le comunità contadine dei territori montuosi intorno a Srebrenica (Bosnia-Erzegovina), duramente colpiti dalla guerra della ex-Jugoslavia, portando 137 manze di razza Rendena in quei territori e facendo anche nascere un piccolo caseificio.

Chi fosse interessato a partecipare agli appuntamenti può contattare l’Ufficio Turistico Valdidentro (tel. 0342985331 - info.valdidentro@bormio.eu) La replica, organizzata direttamente da Gianni Rigoni Stern con la partecipazione anche della Città di Asiago, il Consorzio dell'Asiago Dop e l'Azienda Rigoni di Asiago si terrà domenica 30 luglio alle 21,00 al Teatro Millepini di Asiago.