A Cressogno, da Pamela Paredi e Pasquale Chirivì, semplicità, atmosfera famigliare e cucina d’autore

Si sono conosciuti a Parigi. Poi hanno lavorato insieme a Londra. Quindi han deciso di tornare in Italia e di aprire un locale a Cressogno Valsolda (Co), al confine con la Svizzera. Quella di Pamela Paredi e Pasquale Chirivì, lei nata in terra lariana, lui di origini pugliesi, oggi insieme all’Osteria La Lanterna (via Gasparino Finali, 1 – tel. 034469014 - www.osterialalanterna.it), è una delle avventure che conferma quanto andiamo ripetendo da tempo, ossia che la giovinezza italiana non è affatto rappresentata dai “bamboccioni”. Come la “meglio gioventù” della ristorazione di casa nostra, Pamela e Pasquale non si son montati la testa dopo le esperienze fatte all’estero, e invece di inaugurare un ristorante ambizioso, hanno scelto la strada più “italiana” dell’osteria, andando però a nobilitarla con una cucina che si avvale della ricchezza del loro bagaglio professionale.

Bello il locale, una casetta graziosa appesa al cielo che sembra uscita da un quadro di Van Gogh, che vi accoglie con salette raccolte, e il grazioso dehors, alberato, e con scampolo di vista sul lago. Cordiale il servizio.

Capace di dare luce a tradizione e territorialità, e realizzata con tecnica e buona dose di fantasia, la cucina. Per voi, “Il carciofo” o zuppa di cipolle bionde, per iniziare, poi golosi gnocchi in polenta della “Nonna Dantina” con collinetta e agretti su fonduta al formaggio d’alpeggio o risotto vialone nano con asparagi e quaglia al profumo di Braulio Riserva, quindi trancio di trota di fiume con purè alla barbabietola e verdure o tagliata di fassone con patate e salse di accompagnamento. Selezione di formaggi o un buon dessert come “Godereccio della Lanterna” (mousse di cioccolato bianco, nero e gianduia) a chiudere una sosta che avrà il gusto sincero del sorriso di Pamela e Pasquale!