Da vivere anche la Dimora Cottanera e le varie offerte di degustazione

Il concetto di viticoltura eroica ben si applica alla cantina Cottanera e alla famiglia Cambria, che fin dal 1960 si prese cura dei terreni vulcanici che caratterizzano il territorio etneo in un ambiente montano e selvaggio.

L’azienda nasce come produttrice di nocciole e solo nel decennio successivo si apre all’attività vinicola, con l’impulso definitivo dato negli anni Novanta dai fratelli Guglielmo ed Enzo Cambria (scoprimmo i vini proprio nel 1990 ai tavoli de Il Luogo di Aimo e Nadia, quando Fabio Scarpitti, sommelier di razza, ci fece assaggiare la Mondeuse dei fratelli Cambria, un vino che ancora non era sul mercato) fino ai nostri giorni, in cui Cottanera rappresenta un gioiello di enoturismo, che si estende su 100 ettari di terreno, dei quali 65 dedicati al vigneto. Dopo la scomparsa di Guglielmo sono subentrati i figli Mariangela, Francesco ed Emanuele ad affiancare il lavoro di Enzo, sempre con l’obiettivo di trasmettere nel bicchiere tutta la generosità e la personalità dei terreni vulcanici dell’Etna e delle persone che lavorano in vigna e in cantina, un vero patrimonio dal valore inestimabile.
Nei vigneti quasi tutti gli interventi, compresa la vendemmia, sono fatti a mano mentre in cantina la qualità di ogni singola etichetta è garantita dalla conduzione enologica del grande Lorenzo Landi, che ha dato un forte impulso qualitativo, come dimostra il Sole di Sesta, vino rosso da uve syrah, che si segnala per la personalità e le note di frutta rossa e pepe, nostro premiato già nel 2002.
tavolo.jpgCottanera offre un’esperienza eno-turistico-gastronomica a tutto tondo, l’attività vitivinicola è infatti mirabilmente affiancata da un’offerta di accoglienza ampia e variegata.
Gli ospiti possono vivere esperienze uniche alla scoperta della storia di Cottanera, a partire dai percorsi di degustazione come “I Colori dell’Etna” che si concentra sulle produzioni del vigneto di contrada Feudo di Mezzo, con la mescita di 3 vini e dell’olio prodotto con olive di Nocellara Etnea servito su pane cotto nel forno a legna.
apertura.jpgLa “Degustazione di vini e formaggi” prevede la mescita di 4 vini Cottanera abbinati a un tagliere di formaggi e marmellate dell’Etna, olive e pomodori secchi di produzione propria, pane cotto nel forno a legna con l’olio prodotto da olive di Nocellara Etnea; “Il viaggio del gusto” è un itinerario che comprende la visita della cantina, della barricaia e una passeggiata nel vigneto. A seguire, una degustazione di 4 vini in abbinamento ad arancini siciliani, verdure selvatiche dell’Etna, bruschette, olive e pomodori secchi, tagliere di formaggi e salumi locali, salsiccia al ceppo di maialino Nero dei Nebrodi; “Le Contrade di Cottanera” è il percorso per chi vuole conoscere le diversità del territorio etneo e le peculiarità produttive dei vigneti aziendali: Cottanera, Calderara, Diciassettesalme e Feudo di Mezzo. L’esperienza consiste in un pranzo durante il quale verranno abbinati 5 vini ad altrettante portate. Infine, il “Percorso Tecnico”, riservato agli appassionati in cui vengono servite le migliori annate dei 2 vini più rappresentativi, ossia l’Etna Bianco Contrada Calderara e l’Etna Rosso Contrada Zottorinoto.
degustazione.jpgCottanera offre pure la possibilità di una vacanza relax in vigna, tra i filari e il silenzio della natura incontaminata, grazie a Dimora Cottanera, il nuovo progetto di accoglienza inaugurato ad agosto 2023, nato dal restauro della villa ubicata nel cuore dei vigneti di Feudo di Mezzo, composta da 13 camere sobrie ed eleganti distribuite in diversi ambienti. Ce n’è per tutti i gusti insomma.

Siamo ancora in inverno ma si intravede la primavera e si pensa al futuro: perché non programmare sulle pendici dell’Etna la prossima vacanza?

Cottanera

Strada Provinciale, 89 - Contrada Iannazzo
Castiglione di Sicilia (CT)
Tel. 3913939072

ILGOLOSARIO WINE TOUR 2024

DI MASSOBRIO e GATTI

Guida all'enoturismo italiano

ilGolosario 2024

DI PAOLO MASSOBRIO

Guida alle cose buone d'Italia