Tra Collio e Isonzo, splendidi vini in anfora

SOCIAL

Servizi

Wine Tour

Nata nel 1965 dalla passione di Luciana Bennati, che inizialmente ne destinava la produzione esclusivamente alla cantina dell’hotel Bauer di Venezia (allora della stessa proprietà della cantina), che richiedeva elevati standard qualitativi. Oggi Colmello di Grotta è guidata da sua figlia Francesca Bortolotto e dalla nipote Olimpia Possati. I 15 ettari di vigneti, divisi tra le denominazioni Collio e Isonzo, donano vita a vini complessi ed eterogenei, espressione delle due diverse anime del territorio. In cantina, acciaio e anfore si alternano per creare vini di grande personalità. Un esempio è il Collio Sauvignon, premiato come Top Hundred nel 2021, che dopo una prima maturazione in acciaio affina in ceramica, che ne doma l’acidità.
Colmello di Grotta offre diverse esperienze sensoriali: degustazioni di 3, 5 vini o l’assaggio completo della linea, oppure un suggestivo pic nic in vigna con menu tradizionale. Per chi desidera, presso la Locanda ed Enoteca Borgo Colmello sono disponibili 8 camere accoglienti e si possono degustare salumi e formaggi locali abbinati a vini di produzione propria e di altre aziende del territorio.
Servizi: camere: 8 - animali di piccola taglia ammessi

Galleria multimediale

hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger

Testo publiredazionale

L'azienda nasce negli anni Sessanta orientata fin da subito alla ricerca dell'eccellenza, dato che i suoi prodotti erano indirizzati alla cantina dell'hotel Bauer di Venezia, allora della stessa proprietà. Oggi Colmello di Grotta, condotto da Francesca Bortolotto e dalla figlia Olimpia, si estende su una superficie di circa 21 ettari, sul confine tra due denominazioni: Collio e Ison.

Tra le particolarità nella vinificazione, c'è l'utilizzo dell'anfora che viene impiegata per tutti i bianchi come per il nostro Top Hundred, il Collio Sauvignon che, dopo una prima maturazione in acciaio, passa alla ceramica, che arrotonda alcune spigolosità, soprattutto ne doma l'acidità, per consegnare nel bicchiere un vino al naso molto ampio, dove i sentori di peperone affiancano quelli di frutta tropicale; in bocca è secco, con un'acidità ficcante ma non invasiva e un'aromaticità che si prolunga nel retrogusto. Della medesima cantina ci hanno colpito anche un rosso, il Rondon, da uve merlot, cabernet franc e cabernet sauvignon, un vino ampio, con naso profondo e di corpo.

I vini

Friuli Isonzo Merlot - Friuli Isonzo Sanfilip - Collio Pinot Grigio - Collio Pinot Grigio Ramato - Collio Ribolla Gialla - Friuli Isonzo Friulano - Friuli Isonzo Schioppettino
TOP HUNDRED Collio Sauvignon

  Contatta Colmello di Grotta

Richiedi informazioni o prenota un appuntamento per parlare con il nostro team

i nostri portali
ilGolosario
Golosario
Comunica Edizioni
Club Papillon