Si chiama Casa Abruzzo e sarà la casa dei produttori abruzzesi fino alla fine di Expo.
Oggi alle ore 18,00 allo Spazio Fiori Chiari in Brera viene inaugurata una “Casa Vetrina” – gestita dalla Regione con il supporto del Sistema Camerale abruzzese - a disposizione di imprese, istituzioni, associazioni dove saranno organizzate presentazioni, incontri B2B, eventi culturali e degustazioni per raccontare creazioni e prodotti.

Ma Casa Abruzzo vuol anche essere un vero e proprio modello di promozione del territorio, che è cresciuto grazie alla collaborazione tra enti pubblici e Università: sarà infatti attuato un vero e proprio link tra questa area e gli eventi tematici organizzati a Padiglione Italia. 

Ll’Abruzzo si pone come protagonista a Expo anche per un’altra ragione: questa infatti è stata la prima istituzione italiana ad aver inserito nel proprio Statuto il “Diritto al Cibo” tra i suoi principi fondamentali. Dall’11 marzo la Regione ha infatti accolto quella che sarà la principale eredità immateriale dell’Expo facendo da apripista a un percorso virtuoso che potrebbe coinvolgere anche i Comuni, come annunciato da Piero Fassino, in qualità di presidente Anci.