Da sempre attenti alle esigenze del cliente, Matteo Scibilia e Nicoletta Rossi, hanno affiancato alla loro attività tradizionale quella di delvery, e i risultati son tutti da gustare!

È un’icona della Trattoria italiana, dove ogni sosta è un’esperienza di vita che rende migliori. Ed è uno degli indirizzi della nostra guida IlGolosarioRistoranti - GattiMassobrio dove la nostra filosofia ha interpretazione somma.
È l’Osteria della Buona Condotta di Ornago, luogo del cuore che vive della passione e della competenza dei due titolari, Matteo Scibilia, alfiere instancabile dei migliori prodotti del nostro Paese e della cucina italiana (un esempio, il carpaccio di asparagi crudi di Mezzago con salsa bolzanina, la ricetta che chef Scibilia ha pensato per i lettori de IlGolosario e che leggete di seguito), e sua moglie Nicoletta Rossi, che è l’accoglienza fatta persona, oltre che donna del vino di esperienza e talento.
Negli oltre trent’anni di attività (fanno parte del Club Imprese Storiche), una caratteristica ha accompagnato il loro percorso di successo, la capacità di leggere la realtà. Dalla loro scelta controcorrente, degli esordi, a inizio anni Novanta, con la decisione di puntare sulle ricette tradizionali, quando la moda dilagante tra i fornelli del tempo era quella di una cucina slegata dalle radici. Alla loro intelligenza nel non farsi prendere mai la mano nell’alzare i prezzi, anche nei momenti in cui l’attenzione mediatica sull’enogastronomia lo avrebbe permesso.
Sempre, hanno dimostrato di saper interpretare il ruolo di ristoratori, al servizio del cliente.

Ultima, e ulteriore documentazione della loro lungimiranza, in questi giorni, l’aver avviato un’attività di delivery e take away. Consapevoli che nulla sostituirà mai l’emozione di una sosta ai loro tavoli, e già pronti a ricevere di nuovo la clientela in “Osteria”, visto il via libera di queste ore alla ripartenza. Tuttavia, secondo la loro filosofia di lavoro, ossia valutando ogni minimo particolare nel dettaglio (sicurezza, come effettuare consegne e trasporto, eleganza e funzionalità del packaging, risultato sotto il profilo del gusto) hanno acceso “i fornelli” per non privare in queste settimane il popolo dei golosi a loro affezionato, della possibilità di gustarsi un pasto firmato “Buona Condotta”. Risultato? Quello di sempre, vale a dire, servizio “promosso a pieni voti”, con la conseguenza che in considerazione del riscontro più che positivo avuto, la proposta delivery sarà presente, affiancando quella tradizionale in “Osteria”. Un giudizio di piena soddisfazione, che è stato anche il nostro, nel trovare tutti i piatti inseriti nel menu – delivery, all’altezza della loro fama.
b-condotta-delivery.jpgCosa potrete “ordinare”? Detto che potrete scegliere tra la formula “lunch box”, “piatto unico” o singoli piatti. Se date retta a noi sarete felici con insalata di cous cous e gamberoni con pomodorini, mais e olive taggiasche, vitello tonnato all'antica senza maionese, salmone marinato al profumo di whisky con insalata e maionese al rafano, paccheri gratinati al sugo di pomodori datterini con burrata, baccalà mantecato all’olio extravergine di oliva con patate prezzemolate. Dolce finale con sbrisolona o crostatina di frutta. Appuntamento in Osteria, ma se “Maometto non va alla montagna”, l’ “Osteria” viene a casa o in ufficio da voi, e il gusto è assicurato!
Per prenotazioni: 0396919056 / 3332221413
b-condotta-gamberi.jpgb-condotta-dolce.jpg

LA RICETTA
CARPACCIO DI ASPARAGI  CRUDI CON SALSA BOLZANINA  

di Matteo Scibilia Osteria della Buona Condotta di Ornago

Ingredienti per 4 persone
8/10 asparagi di Mezzago extra bianchi o rosa
Per l'originale salsa bolzanina:

4 uova

1 cucchiaio di erba cipollina tagliata sottile

300 ml di olio

3 cucchiai di aceto

sale


Preparazione
Bollire le uova per circa 7 minuti, farle raffreddare in acqua, sgusciarle e tritarle molto finemente. Aggiungere alle uova tritate l’olio, aceto, sale e l'erba cipollina tagliata sottile e mescolare bene fino ad ottenere una salsa cremosa. Molti aggiungono alla salsa bolzanina anche maionese o senape. 
Ma attenzione: per l'originale salsa bolzanina non viene usata la maionese.
asparagi-bolzanina.jpg