Quella dei taralli è una tradizione che si tramanda da una generazione all’altra dal 1886, epoca in cui Michela Botta li preparava per la sua e per altre famiglie di San Lorenzello. Oggi nel biscottificio opera la quarta generazione che è rimasta fedele all’antica ricetta dei taralli intrecciati: secondo la tradizione nata nel ‘700 erano ritagli di pasta di pane cui si aggiungeva della sugna e che, in seguito, vennero modellati a forma di ciambella, quindi cotti prima in acqua bollente, poi in forno caldo. Accanto a questa specialità Barbieri realizza tante varietà di taralli, da quelli semplici senz’olio a quelli integrali, da quelli al finocchietto a quelli dolci con lo zucchero, tutti sono lavorati a mano e lievitati naturalmente.