Una cantina per il Monferrato


Barbera d’Asti “Costalunga” - Barbera d’Asti Superiore “Cremosina” - Barolo “Badarina” - Barolo Riserva - Barbaresco “Mantico” - Grignolino d’Asti - Ruchè di Castagnole M.to “San Pietro” - Gavi del Comune di Gavi - Piemonte Sauvignon - Piemonte Pinot Noir - Brachetto d’Acqui “Castelgaro” - Brachetto d’Acqui Spumante - Moscato d’Asti “Monteolivo” - Spumante Brut Metodo Classico “Arturo Bersano”
TOP HUNDRED Barbera d’Asti Superiore Nizza “Generala”
bersano3.jpg
Clicca qui per leggere l’articolo di Paolo Massobrio uscito su La Stampa nel 2020

Clicca qui per leggere l’articolo nella pagina Facebook I Vini del Golosario

 

Top hundred

Vino Top Hundred 2015: Barbera d’Asti Superiore Nizza “Generala” 2010

È una delle cantine storiche e più celebri del Piemonte, questa realtà, dagli inizi del ‘900 punto di riferimento del mondo del vino di qualità. Dagli esordi con la Cascina Cremosina, Bersano è cresciuto di anno in anno e oggi vanta terre nei migliori cru di Langhe e Monferrato. Da sempre tra i vini top, le Barbera. Ed è proprio la Barbera d’Asti Superiore Nizza Generala 2010 a entrare tra i nostri Top100 con il suo colore purpureo, il suo profumo intenso di rosa e frutta rossa, il suo gusto secco e fresco, equilibrato e di lunga persistenza. Si abbina a carni rosse.

Testo publiredazionale

La storia di questa cantina inizia nei primi anni del secolo scorso a Nizza Monferrato, cuore del comprensorio della Barbera d’Asti. È infatti il 1907 quando nasce la Casa Vinicola Bersano inizialmente come cantina di carattere familiare che vende i propri vini in ambito regionale. Nel 1912 il primo passo importante sarà l’acquisizione della Cascina Cremosina. Ed è su questa collina che Arturo Bersano, incantato dalla bellezza del luogo, matura la decisione di intraprendere la carriera di viticoltore e produttore. Una decisione che si concretizzerà poi nel1935 quando Bersano, avvocato e uomo raro per intelligenza e cultura, decide di passare direttamente alla guida della cantina e occuparsi della produzione e della diffusione dei vini. In seguito, con l’affinarsi dell’esperienza, arrivano le acquisizioni dei vigneti di Langa (Cascina Badarina a Serralunga), l’espansione nel mondo della prediletta Barbera (Cascina Generala, Vigneto Monteolivo, Cascina Prata, Cascina Buccelli) e le prestigiose tenute dedicate a Moscato (Cascina San Michele) Brachetto (Cascina Castelgaro, Cascina Pallavicini) Ruché e Grignolino (Cascina San Pietro). 

I vigneti, oggi diffusi su 230 ettari, sono situati nei migliori crus del Piemonte e godono di terroir e microclima unici che garantiscono vini con forte personalità e grande potere espressivo. Un’esperta equipe di agronomi e vignaioli li segue con maestria stabilendo la scelta dei terreni, delle esposizioni e le tecniche più idonee in fatto di potature e diradamenti. Queste operazioni culminano nella vendemmia, eseguita con la massima cura per preservare l’essenza dell’uva ed effettuare la prima selezione dei grappoli che, in cantina, costituiscono l’elemento fondante per vini eleganti con profumi ampi e intensi e grande struttura. Le tecniche di vinificazione sono tradizionali e vengono attentamente controllate grazie all’ausilio di tecnologie d’avanguardia che regolano  con precisione assoluta tempi e temperature di fermentazione, frequenza dei rimontaggi e ogni altro intervento necessario. Operazione finale, ma di massima importanza, riveste la scelta dei legni per l’invecchiamento e l’affinamento, vera e propria firma e segno distintivo delle capacità espressive dell’azienda.  

Oggi Bersano offre un’ampia scelta di etichetta a cominciare dalle selezioni e riserve: Barolo Badarina, Nizza Riserva Generala, Barbera D’asti Superiore Cremosina, Ruchè di Castagnole Monferrato San Pietro Realto, Barolo Riserva Badarina, La Prata Pinot Noir Piemonte. Poi la linea dei classici sia bianchi sia rossi che spaziano dalla Barbera d’Asti e d’Alba al Grignolino fino al Gavi e all’Arneis. Quindi gli spumanti che fanno parte del DNA di questa azienda: agli inizi degli anni ‘50, per una felice intuizione del fondatore Arturo, casa Bersano è stata infatti la prima a proporre il Brachetto Spumante a cui si sono poi aggiunti anche Asti, Moscato d’Asti e gli spumanti metodo classico da uve pinot nero“.