Dopo la Pasqua ci troviamo spesso con avanzi del pranzo pasquale e uova di cioccolato, magari aperte e rotte, che è un peccato sprecare. Ecco alcuni suggerimenti per utilizzarli al meglio

La carne cucinata di agnello e capretto avanzata dal pranzo pasquale può essere tagliata in striscioline e aggiunta a una misticanza di insalate; conditela con una vinaigrette alla senape o all’aceto balsamico. Tagliata invece a cubetti molto piccoli può essere unita a salsa di pomodoro e verdure per condire una pasta corta o un timballo di pasta o riso.
Con le carni tritate si possono preparare delle polpette o polpettine mignon per il ragù di lasagne o paste gratinate o ancora essere il ripieno di cannelloni o crespelle.
I golosi mondeghili milanesi sono proprio polpette realizzate con le carni cotte avanzate: si passano al tritacarne (o nel mixer facendo attenzione a non omogeneizzare gli ingredienti), si aggiunge salsiccia, mollica di pane ammorbidita nel latte e strizzata e 2-3 cucchiai di verdure crude tritate fini (sedano, carota, cipolla). Raccogliete gli ingredienti in una ciotola e unite un uovo, un tuorlo, Grana, prezzemolo, scorza di limone e un trito aromatico di aglio, rosmarino e salvia. Regolate di sale, pepe e noce moscata, amalgamate quindi formate delle polpette a forma di medaglione di circa 5-6 cm e uno spessore tra i 2 e 3 cm. Passate le polpette nel pangrattato facendolo aderire bene poi friggete le polpette in abbondante burro o burro e olio di oliva. Quando le polpette saranno dorate da entrambi i lati (vanno voltate una sola volta per evitare che si impregnino di grasso), depositatele su carta assorbente. Nella stagione fredda consumatele calde, in estate servitele fredde con insalata.

Le uova di cioccolato avanzate sono una fonte inesauribile di ricette. Qui ne descriveremo solamente due e daremo qualche suggerimento per ulteriori utilizzi.
Le uova di cioccolato piccole (100-150 g) possono essere divise a metà lungo la giuntura utilizzando un coltello riscaldato in acqua bollente; diventano così dei contenitori per una mousse al cioccolato, un tiramisù o una bavarese.
Ridotte a scaglie, le uova di cioccolato fondente sono perfette nelle torte di pere, di mele, di pane e nei plumcake.
Tritate e fuse (soprattutto quelle di cioccolato fondente) diventano una salsa da servire calda con una pera cotta, un gelato, un semifreddo al torrone o una bavarese all’arancia. Sempre fuse, possono servire come base per torte al cioccolato (si pensi alla classica Sachertorte), sformatini caldi da servire con una salsa all’arancia o come copertura per biscotti di pasta frolla.