Su Avvenire di oggi Paolo Massobrio riflette sui tanti effetti, anche positivi, del coronavirus sull'umanità

Su Avvenire di questa settimana Paolo Massobrio ha voluto evidenziare il lato positivo del Coronavirus, ovvero un cambiamento dello sguardo che riguarda tutti, per arrivare a comprendere che l’orizzonte è il prossimo che ci sta accanto, anche il vicino di casa con il quale si è riscoperta una certa solidarietà.

Ha ricordato poi che Romano Levi, un mitico produttore di grappa piemontese, scriveva sulle sue etichette che “Siamo come angeli con una sola ala”. E oggi, come mai, quest'immagine vale per l'intera umanità.

Con Carlin Petrini Massobrio ha condiviso l’appello per un 25 Aprile nel segno della libertà e della solidarietà, sotto il segno dell’hastag #iorestolibero. Quest'anno l'anniversario della Liberazione, infatti, non può essere vissuto a partire dalle divisioni ideologiche, come è stato in passato, ma deve essere rivolto proprio agli ultimi, quelli senza dimora, quelli che dormono sulle panchine.

Per leggere l'articolo completo clicca qui