Se volete un albero vero, scegliete l’abete rosso

L’abete rosso (Picea abies) o l’abete bianco (Abies alba) sono le varietà più utilizzate per la facilità di coltivazione e la crescita veloce. Si tratta di conifere che vivono in Europa sui monti, dalle Alpi fino alla Lapponia e ai Balcani, tra gli 800 e i 1900 metri di altitudine. Hanno caratteristiche foglie aghiformi, tronco diritto, corteccia grigia/rossastra, pigne legnose rossicce (penzolanti nell’abete rosso, rivolte verso l’alto nell’abete bianco). Queste conifere in natura vivono in un clima invernale freddo e umido, mai afoso e sempre ricco di precipitazioni nel resto dell’anno, un clima chiaramente differente da quello dei nostri salotti. Sono comunque piante resistenti che sopportano discretamente le due/tre settimane delle feste natalizie per cui la loro possibilità di attecchimento in caso di trapianto dopo le feste in posti idonei (che ricordino cioè i boschi da cui provengono) è strettamente legata alla bontà dell’apparato radicale (formato in piante coltivate in vaso, evitate di acquistare esemplari venduti a radice nuda o addirittura senza radici!!) e alla quantità di acqua ricevuta nel vaso nel periodo delle feste. Si possono adoperare altre conifere che si adattano meglio ai climi costieri come l’abete del Colorado glauco, i cedri del Libano o le araucarie. In giardino si possono addobbare anche alberi diversi (territorialmente spesso più indicati) come l’arancio o il caco per la presenza dei frutti colorati nel periodo natalizio.