Antonella Bocchino è un nome che dice molto nel mondo della grappa, fin da quando negli anni Ottanta fece scuola con la sua selezione di grappe monovitigno, tra cui spiccava quella con le – allora rarissime – uve timorasso. La passione per la viticoltura di Antonella si era formata durante le lunghe passeggiate nei vigneti con nonno Lazarito. La genialità di questa signora della grappa è stato capire che era il momento di trasferire la cultura della vite, del vino e dei tempi lunghi di cantina nella distillazione. Oggi la sua ultima ambiziosa scommessa consiste nel selezionare le migliori grappe di Moscato prodotte nei territori d’elezione di questo vitigno (dal Piemonte alla Lombardia, dalla Valle d’Aosta al Veneto, dalla Sicilia alla Sardegna) e portarle in Piemonte per l’affinamento in barrique di rovere francese di varia tostatura.
La linea attualmente comprende le grappe di Moscato d’Asti, Moscato dell’Oltrepò Pavese, Moscato di Pantelleria, Moscato di Sardegna, Moscato di Trani e Moscato Rosa del Trentino; quindi i millesimati 1994, 1997 e 2000 e due grappe monovitigno, di Moscato d’Asti e di Barolo, bianche, non invecchiate. Al distillato bianco, puro così come sgorga dall’alambicco, si aggiunge una seconda grappa di Barolo Riserva, maturata 18 mesi in carati di rovere di Allier e ottenuta dalla distillazione di vinacce provenienti da vigneti di Castiglione Falletto. Ma oltre a queste, sono strepitosi due liquori che Antonella ha voluto creare: uno al cacao di varietà Arriba Superior Selecto proveniente dall’Ecuador (si chiama Ananda), l’altro a base di mele della varietà “calvilla” (è il suo è Calvilla). L’ultimo nato di casa si chiama Myntha, un liquore a basso contenuto alcolico ottenuto dall’infusione alcolica di menta piperita coltivata a Pancalieri.
TELEFONO

3272938470

SITO WEB

http://