Dal 1972 a Diano Marina un forno rinomato per le sue specialità liguri

Testo publiredazionale

Era il 1972 quando Filippo Alciatore rilevò un antico panificio nel centro di Diano Marina, che grazie al figlio Francesco diventa poi “A Bitega Du Pan”, che in dialetto ligure significa appunto “La Bottega del Pane”. Oggi, a gestire questo laboratorio con Francesco c’è anche la moglie Olga, con cui ogni giorno cura la genuinità delle materie prime e l’accoglienza dei clienti. Il loro fiore all’occhiello è la focaccia all’arancia semi candita con rosmarino, zucchero di canna e sale grosso. Un prodotto unico che grazie al suo sapore agrodolce può essere gustato come dessert, pur risultando delizioso anche in abbinamento al formaggio. Degno di nota è anche il Pane ubriacato, una variante del Pane del Pescatore della tradizione ligure, ottenuto dalla macerazione delle uvette nel Vermentino per 48 ore, così come le infinite tipologie di pane fresco sfornate ogni giorno in diverse forme (ciabatte, filoncini, pagnotte a libretto, ciambelle e filoni) da Francesco: dal pane integrale al pane con aggiunta di cereali, olive, tartufo o semi di sesamo; dal pane rustico al morbido panfocaccia. E poi pizze, torte dolci e salate, brioches, biscotti come i celebri Baci di Diano Marina al cioccolato e la vera, immancabile focaccia Ligure proposta nella sua versione classica o in sfiziose varianti: Beccafico (condita con la cipolla cotta nell’aceto balsamico con uvetta, acciughe e pinoli); olive taggiasche; gorgonzola e noci; pesto e melanzane; speck e asparagi oppure cipolle. Un’offerta ampia che ha reso questa bottega un vero e proprio punto di riferimento per tutto il golfo dianese, aggiudicandosi il favore sia di clienti privati, sia di attività commerciali come bar e ristoranti.