Cerca tra 2565 ristoranti, 3165 cantine, 4378 negozi e molto altro

CERCA
Chiudi Menu

Il grande Veneto in un tour da Golosaria

Il Golosario | 20-11-2018

Diario di viaggio di Golosaria on the road nelle province venete

Si è concluso ieri, con le luci festose del Caffè Pedrocchi a Padova, che inaugurava il proprio ristorante, il lungo viaggio di Golosaria on the road, la manifestazione ideata dal giornalista Paolo Massobrio, in tutte le province venete.

«La scelta del Veneto – ha raccontato Massobrio – è dovuta all’edizione del Golosario2016 quando mi accorsi che fra le regioni d’Italia questa era la più innovativa e la più dinamica. In Veneto negli anni Ottanta era partito il viaggio delle botteghe alimentari che diventavano boutique del gusto; in Veneto grazie al Molino Quaglia di Vighizzolo d’Este si è imposto velocemente il fenomeno della pizza contemporanea che ha innalzato l’offerta del piatto più popolare d’Italia e sempre in Veneto si è creata la più importante performance legata al vino, sotto tutti i punti di vista. Da qui l’idea di presentare il libro ilGolosario (un best seller di mille pagine, giunto al 25° anno) in Veneto e poi, anno dopo anno, di regalare la nostra attenzione con quella manifestazione che è legata al libro delle cose buone d’Italia, ovvero Golosaria».

Ed è così che Golosaria, manifestazione già nota a Milano (dove nell’ultima edizione inaugurata dal ministro Gian Marco Centinaio hanno partecipato 20 mila persone), ha preso vita nella primavera del 2016 a Bassano del Grappa; quindi nel 2017 a Padova e infine nel 2018 con un tour vero e proprio. Il primo passo è stato a Verona con la richiesta di affidare la direzione artistica di Vinitaly and the city a Paolo Massobrio e Marco Gatti, la coppia con il papillon. Quindi il 3 giugno a Bassano del Grappa

 

con una camminata lungo il Brenta; il 29 settembre a Treviso (seduti in quel caffè) con un pomeriggio di scambi e assaggi con 60 produttori divisi in due location della città.



Il giorno dopo a Sedico, con Massobrio e Gatti giudici dei migliori formaggi d’alpeggio del Bellunese, durante una giornata di festa, anche qui in mezzo a produttori autentici.

 

Avanti quindi per arrivare a Rovigo, domenica 18 novembre, con 30 produttori nella sala Borsa della Camera di Commercio che hanno presentato un sistema legato al gusto, commentato per tre ore dalla coppia di giornalisti.

 

E Infine la chiusura a Padova, nella sala Rossini del Caffè Pedrocchi, dove sono arrivati i cuochi e i ristoratori veneti del GattiMassobrio, la guida ai migliori ristoranti d’Italia.



E qui, oltre a presentare le guide, ilGolosario 2019 e appunto il GattiMassobrio 2019



si è aperto un dibattito sulla ristorazione italiana e sul valore della guide. Quella di Gatti e Massobrio ha la peculiarità di mettere sul medesimo piano la trattoria e il ristorante gourmet: entrambi nella loro categoria possono ambire ad avere la corona radiosa che è il massimo riconoscimento. E così vale per le pizzerie, per gli agriturismi e i locali polifunzionali e per i cosiddetti ristoranti della fascia media, mai considerati abbastanza per il loro valore. Dibattito acceso poi alle 17 sul tema dove va il vino veneto con produttori di vino e rappresentanti dei Consorzi che hanno manifestato la necessità di poter comunicare i cambiamenti che stanno avvenendo. E durante il dibattito è stato presentato anche il libro sul vino, sempre a firma di Paolo Massobrio e Marco Gatti dal titolo: Vino, assaggi memorabili di quel giorno e di quell’ora.



Infine il momento di chiusura con i cocktail preparati davanti ad Alessandro Ricci, autore del volume Bartender a casa tua. La cena al Caffè Pedrocchi è stata officiata dallo chef del locale Florian Bunea e dai titolari della pasticceria Racca, mentre il primo e secondo piatto sono stati rispettivamente cucinati da Enrico Bartolini con la staff del ristorante Glam di Venezia e da Antonio Dal Lago del Casin del Gamba di Altissimo, ovvero i due migliori pranzi dell’anno in Veneto della guida.





Grande apprezzamento per l’abbinamento coi vini della Tenuta Stella di Dolegna del Collio della famiglia Stevanato



mentre il tour in Veneto è stato possibile grazie a Regione Veneto, Bpm, Molino Quaglia, Caffè Diemme, Consorzio di Tutela del Montasio, Rigoni di Asiago. Hanno poi collaborato alle varie tappe Coldiretti di Treviso e Belluno, Confagricoltura di Rovigo, Camera di Commercio di Treviso e Belluno, Camera di Commercio di Rovigo, Scuola di Formazione Dieffe di Padova, Comune di Padova. Comune di Bassano del Grappa e Fiera di Verona.

ilGolosario 2019

DI PAOLO MASSOBRIO

guida alle cose buone d'Italia

ilGolosario negozi

Scarica subito l'APP

TAGS
CONDIVIDI
Facebook Twitter GooglePlus