Cerca tra 2565 ristoranti, 3165 cantine, 4378 negozi e molto altro

CERCA
Chiudi Menu

Successo della Golosaria oltre il buono

Paolo Massobrio | 14-11-2017

Nel 2018 sarà a ottobre: 27-28-29

Con un migliaio di ristoratori accorsi per la presentazione del GattiMassobrio si è chiusa ieri la terza giornata di Golosaria che corona un successo di partecipazione per questa dodicesima edizione che aveva per titolo "Oltre il Buono". Tema sviluppato da tanti protagonisti compreso Carlo Cracco, che ieri a Golosaria ha spiegato il senso del suo progetto di viale Accursio, con l’apertura del Garage ideato da Lapo Elkann e poi l’arrivo di Cracco in Galleria, probabilmente nei primi mesi di gennaio.

Ma Golosaria è stata il trionfo anche delle botteghe artigianali celebrate sabato pomeriggio e del vino, con la proclamazione dei nuovi top hundred 2017. Si sono tenuti 66 incontri, fra talk show, laboratorio degustazioni e incontri sul palco come quello del primo giorno con Elisabetta Soglio dedicato proprio al titolo: Oltre il Buono.
Debutto anche della Pizza Contemporanea, domenica pomeriggio, con una schiera di pizzaioli che hanno rilanciato il manifesto firmato a Vighizzolo d’Este nel 2012. E poi la presentazione dei libri della collana del Golosario, ovvero l'Apericena non esiste di Federico Francesco Ferrero, Il libro del riso Italiano di Valentina Masotti e Massimo Biloni e Subito Barbecue di Marco Agostini. Golosaria 2018 a Milano si terrà sempre al Mico il 27-28-29 ottobre. Segnatelo fin da ora.

ilGolosario 2018

DI PAOLO MASSOBRIO

guida alle cose buone d'Italia

ilGolosario negozi

Scarica subito l'APP

TAGS
CONDIVIDI
Facebook Twitter GooglePlus

Cantine San Marzano

Cantine San Marzano

Portiamo il vero vino pugliese nel mondo. Dal 1962

San Marzano è cantina emblema di un modo unico di concepire il vino in Puglia che trova le sue sorgenti in due valori: rispetto e modernità. Rispetto per una tradizione che ha radici antichissime e rivive oggi nello sguardo, nelle mani e nel lavoro dei nostri viticultori. Modernità perché la nostra è un'idea di vino diffusa e conviviale, sempre aperta a nuovi linguaggi, legata a una cifra stilistica netta, fatta di eleganza e pulizia degustative. Abbiamo creduto nelle "vecchie vigne" ad alberello e il mondo ci ha ripagati accogliendoci ovunque come sinonimo di Primitivo. Miriamo alla sintesi tra il potenziale di tante uve che nascono tra due mari, Ionio e Adriatico, e le possibilità che culture e mercati diversi ci offrono ogni giorno. Non siamo solo questo, ma anche ciò che vogliamo diventare: promotori di una ricerca costante, attori proiettati in un futuro di condivisione, territorio e bellezza.

  • Vino

    Edda, uva femminea, di tempra minerale ed eterna, ineffabile frutto in una terra di suggestioni

    Leggi >