il vino

Ha grande struttura e morbidezza l’Amarone della Valpolicella 2019 di Roccolo Grassi di Mezzane di Sotto (Vr): disteso, equilibrato, fine e complesso, con profumi di ciliegia, piccoli frutti rossi, prugna, spezie, tabacco ed erbe aromatiche, e gusto caldo e lunghezza infinita. È stato nostro Top Hundred già nel 2011 con l'Amarone della Valpolicella Classico 2007.

Il vino

E visto che ci troviamo a Verona, eccoci alle prese con l’Amarone di un nuovo produttore per IlGolosario. Si tratta di Roccolo Callisto di Verona. L’Amarone della Valpolicella 2019 ha colore rosso rubino intenso, profumi di amarena e ciliegia, che si fondono con eleganti note speziate, e in particolare di cannella, note balsamiche e di erbe aromatiche. Al sorso il vino risulta pieno, sostenuto da una bella freschezza e da tannini vellutati. 

Il vino

Il Calabria Bianco Appianum di Spiriti Ebbri di Casali del Manco (Cs). Da uve pecorello, trebbiano e malvasia, nell'annata 2022 ha naso di albicocca e miele con una nota balsamica sullo sfondo. In bocca è pieno, fine, compiuto.

Il vino

Di Canalicchio di Sopra ecco il Brunello di Montalcino 2017 che premiammo come il migliore assoluto dell’annata, 3 anni fa. Ha colore trasparente intenso, al naso prugna speziata, profonda, e poi una nota minerale, suadente. In bocca è subito velluto e i suoi tannini sono fini e vivaci, davvero croccanti. Il finale è piacevolmente: amaricante e molto intenso.

P.s. Alle Anteprine questo Brunello risultò il n 1 su oltre 100 campioni a confronto. Ora, non vorremo aver capito male, ma dall’azienda ci hanno chiesto di non citare questo riconoscimento in un testo dedicato alla cantina. Curioso no?

Il vino

Dalla cantina Socrè di Barbaresco (Cn) il Barbaresco “Pajoré” 2019. Si presenta come un grande abbraccio, avvolgente già al naso con i suoi frutti e le sue spezie. In bocca è ciò che vorresti da un Barbaresco che nella sua complessità fa sentire la grafite e anche cenni di frutta sotto spirito. Gran bella cantina.

Il vino

Il Barolo “Ravera” 2019 di Abbona Marziano ci ha ridetto quanto sia bravo questo produttore di Dogliani che per noi significa il Cinerino (il primo grande viognier di Langa). Ma qui abbiamo sentito la sua mano su una grande annata del Barolo, dove gli effluvi balsamici rapiscono.

Il vino

Dalla cantina su'Entu di Sanluri (SU) il Vermentino Superiore Cagliari 2022 “Su’Orma” un vino con la piacevolezza delle erbe officinali, l'opulenza dei frutti gialli maturi e poi un sorso strutturato, pieno, minerale.

Il vino

È il Chianti Classico Gran Selezione Sergio Zingarelli 2020 presentato da Famiglia Zingarelli Tenuta Le Macie alle ultime Anteprime che vi racconteremo in più articoli a partire da oggi pomeriggio. Ha un bellissimo naso scalare dove la frutta lascia spazio alla parte fruttata poi la pelliccia e la nota animale e un fondo balsamico. In bocca il sorso è equilibrato, l'acidità lunga, il tannino deciso.

Il vino

Il Bolgheri Camarcanda 2016 di Gaja è velluto puro. Ha colroe rubino intenso. Profumo profondo fruttato con note mentolate. Morbido in bocca, fresco con tannini integrati e un sorso che ne complesso evoca note balsamiche.

Il vino

Il Maremma Toscana Vermentino “Le Stoppie” 2023 di San Felo di Magliano in Toscana (Gr). Paglierino classico, ha un bel naso diretto, fruttato e minerale, poi viene fuori la polpa di albicocca matura. Notevole: aromatico in bocca, elegante, fresco.

Il vino

Il Terre di Pisa Rosso “Boccanera” 2021 è stato per noi il miglior assaggio di Marina Romin di Terricciola (PI). Ha note molto fini al naso e cenni di incenso. In bocca l’ingresso è morbido e la trana ha la seta, piacevolmente persistente e intrigante.

Il vino

E’ l’Etna Bianco 2022 di Tornatore Francesco, vignaiolo etneo di Castiglione di Sicilia (Ct) che produce questo vino da uve carricante. Ha colore paglierino tendente all’oro, al naso note minerali e anche di frutta esotica; in bocca è pregevole l’equilibrio e la speziatura che vanno a caratterizzare un vino unico e caratteristico.