Antonio Spina aprì il suo laboratorio di trasformazione e conservazione nel 1966, sfruttando le conoscenze apprese durante il suo lavoro in un’azienda torinese di conservazione di funghi. Grazie al supporto dalla moglie Rosaria e con l’ingresso dei figli Damiano, Giampiero e Luigi, è stato possibile il salto di qualità e quantità, che ha portato la gamma di prodotti a contare più di 100 le proposte, divise in diverse linee per accontentare le esigenze dei diversi clienti: consumatori, ristoratori o boutique del gusto. Punta di diamante i lampascioni in olio d’oliva e in agrodolce, i pomodori secchi (anche piccanti) in olio d’oliva o come deliziosa crema spalmabile, le varie interpretazioni dei carciofini (interi o 'spaccati' grigliati, in olio d’oliva o alla casereccia), le puntarelle di cicoria cimata, le cime di rapa, melanzane preparate in diversi modi, olive, peperoncini ripieni. Da non perdere anche le passate di pomodorino di Manduria e le creme con abbinamenti sfiziosi come quella di carciofi e rucola o la Pizzica pizzica. Tutti i prodotti sono realizzati con materie prime lavorate entro 48 ore dalla raccolta in campo, con tracciabilità completa e utilizzo di soli aromi naturali.