Barolo “Rocche dell’Annunziata” e “Conca” - Barbera d’Alba “Battaglione” - Langhe Dolcetto “Colombè” - Langhe Nebbiolo “Ochetti” - Barbera d’Asti “Battaglione” - Monferrato Rosso “Villa Pattono” (barbera, merlot) - Monferrato Bianco “I Cedri” (sauvignon)
TOP HUNDRED Barolo “Marcenasco”

Top hundred

Top Hundred 2008: Barolo “Marcenasco“ 2004

Renato Ratti è stato uno dei grandi innovatori del Barolo, sicuramente uno dei vignaioli che ha contribuito a costruirne il successo mondiale e il mito. Le sue vigne sorgono nei terreni intorno all’Abbazia dell’Annunziata nel comune di La Morra: qui fin dall’anno Mille sorgeva un insediamento benedettino diventato museo per volere stesso della famiglia Ratti. Oggi il timone è nelle mani del figlio Pietro che, seguendo gli insegnamenti del padre, ha continuato a credere nel Barolo e in particolare in questo Marcenasco, vino cult, capace di colpire l’attenzione dei degustatori di tutto il mondo. Fermentato in acciaio, viene affinato parte in botti di rovere di Slavonia, parte in barrique di secondo passaggio, ha forza, pienezza, armonia e i profumi di liquirizia e tabacco che si esaltano solo nei migliori Barolo.