Gli esordi come osteria con i campi di bocce, nel 1890. Ora questo locale è ristorante elegante, con Giorgio Liberti che lo guida con talento, condividendo con il suo carisma storie di lavoro nei campi, di cucina povera, di commerci lungo le vie del sale. Nella sala elegante, cucina del territorio e italiana classica, con i vini della sua grande cantina, dove sono custodite anche etichette introvabili. 

Piatti imperdibili: farsulè di melanzane viola e patate; agnolotti di manzo al burro di alpeggio; collo ripieno al fegato grasso d’oca; dolce brusco (petto di pollo con salsa dolce brusca). Salame al cioccolato con pistacchi, albicocca e gelato di pistacchio
Prezzi medi: Antipasti 14; Primi piatti 14; Secondi piatti 18; Dolci 7
Menu Della Tradizione a 40 euro (4 portate); Menu A Mano Libera a 60 euro


Servizi; parcheggio riservato; dehors; menu vegetariano; animali di piccola taglia ammessi
COPERTI

50

RIPOSO

lunedì e martedì; mercoledì, giovedì e domenica a cena aperto solo su prenotazione

FERIE

variabili in gennaio

PREZZO MEDIO

Euro 53

CARTE DI CREDITO

tutte (tranne ae e dn)