Locale giovane, gestito da giovani all’interno della stazione ferroviaria di Tirano, dove transita il mitico trenino rosso del Bernina. Una volta entrati è impossibile non essere colpiti dal gran numero di bottiglie di vino alle pareti e la selezione di etichette locali. I tavoli si trovano al piano superiore, dove c’è una balconata in un ambiente vivace e informale, mentre per la bella stagione c’è il dehors che affaccia sulla ferrovia. Il patron Umberto si occupa della sala mentre in cucina ci sono Francesco e Marco dietro i fornelli. La cucina è di sostanza, realizzata con mano abile e parla piemontese, la carta dei vini è fitta e presenta ottime offerte al bicchiere. Starete bene.
Piatti imperdibili: zuppa di cipolle con pane tostato al Matusc; ravioli di baccalà con gel di aglio nero, cipolle in agrodolce e aglio fritto; risotto alla robiola di Roccaverano con prosciutto d’oca affumicato e crumble di olive taggiasche; tentacolo di polpo alla pancia con purea di cavolfiore, agretti e ‘nduja; controfiletto di agnello con carciofi e purea di topinambur. Crème brûlée
Prezzi medi: Antipasti 10; Primi piatti 13; Secondi piatti 25; Dolci 6
Menu Degustazione a 50 euro (5 o 7 portate)

Servizi; dehors; menu vegetariano; animali di piccola taglia ammessi; servizio doggy bag

Clicca qui per leggere l’approfondimento

RIPOSO

martedi e domenica a pranzo

FERIE

variabili dopo il 15/10

PREZZO MEDIO

Euro 55

CARTE DI CREDITO

tutte