Quel Butafuoco che nasce dai sogni di un bambino

Provincia di Pavia Riesling
TOP HUNDRED Buttafuoco Storico 'Vigna Bricco in Versira'

Clicca qui per leggere l’articolo nella pagina Facebook I Vini del Golosario

Testo publiredazionale

I sogni possono divenire realtà? Qualche volta sì. Questa piccola azienda agricola nasce prima di tutto nei pensieri di un bambino – Massimo Piovani - nato e cresciuto a Milano che, come altri milanesi, trascorreva la domenica insieme ai genitori nella casa tra i vigneti delle colline di Canneto Pavese, a Monteveneroso. La passione per la viticoltura nasce da un piccolo, arcaico vigneto di Buttafuoco di 600 metri quadrati in cui ci si dilettava, con risultati altalenanti, a produrre un modesto quantitativo di uve da trasformare in vino per il consumo familiare.

Dall'anno 2008, dopo esperienze teoriche e pratiche in campo agricolo ed enologico, l'inizio della svolta, con l'acquisto di alcuni vigneti e terreni e il trasferimento in pianta stabile a Monteveneroso, così che quei 600 metri quadrati di vigneto, oggi sono diventati circa 5 ettari. Nel 2014 decidono di dare compimento al sogno d'infanzia, ossia di vinificare in proprio una piccola parte dell'uva prodotta e nasce così la 'Piccola cantina dei Vini Fermi'.

I vigneti sono caratterizzati spesso da pendenze tali da renderne difficile la lavorazione, ma la fatica è ripagata dalla certezza di poter ottenere delle uve di particolare pregio, grazie anche ad una gestione con pratiche a basso impatto ambientale seguendo i dettami dell’Agricoltura Integrata, sempre improntate a limitare le rese, ad evitare forzature e a salvaguardare l’assetto idrogeologico di questi delicati versanti collinari.

'Noi siamo prima di tutto viticoltori e il lavoro continuo e ragionato in vigna è fondamentale ed irrinunciabile per poter arrivare in cantina con uve sane ed equilibrate, tali da permettere un processo di vinificazione lineare, abbassando così il rischio di dover intervenire con pratiche, pur legali, ma che spesso tendono ad alterare le autentiche caratteristiche del prodotto.

Oltre alla componente umana però, esiste anche un connubio tra andamento climatico e tipo di terreno, che ogni anno porta a variazioni importanti delle caratteristiche chimico/fisiche delle uve ottenute: tra le quali, la più evidente è quella del grado zuccherino. La nostra principale missione sta proprio nel valorizzare (e non reprimere) in cantina, quanto più possibile, queste differenze'.