Etna Bianco “Archineri”
TOP HUNDRED Etna Rosso “Vigna Barbagalli”

Testo publiredazionale

Un’avventura nel mondo del vino iniziata per la volontà di salvaguardare un antico vigneto secolare alle pendici dell’Etna a rischio di abbandono. Uno dei numerosi vigneti frammezzati tradizionali di questo lembo di Sicilia. Questo luogo incantato a quasi mille metri d'altezza si chiama Vigna Barbagalli e dà il nome al vino più rappresentativo. I successivi investimenti in altri due appezzamenti, tutti di natura franco-sabbiosa con elementi minerali, hanno sancito la crescita e l’affermazione di questa realtà vitivinicola fortemente voluta dalla famiglia Faro. A dimora, solo vitigni autoctoni (nerello mascherese, nerello cappuccio, carricante), la gran parte ad alberello, in grado di rappresentare al meglio le tipicità morfologiche e pedoclimatiche. Ancora non certificata biologica, lavora le vigne esclusivamente con metodi naturali.  Accanto all'Etna Rosso Barbagalli, sul podio l’Etna Rosso Pietradolce, da uve nerello mascalese in purezza affinate in tonneaux prima del riposo finale in bottiglia. Da degustare anche la versione Rosato, fine ed elegante. Dalle uve carricante in purezza vinificate in acciaio, nasce invece il suadente Etna Bianco “Archineri”.