A Limone Piemonte, sulle Alpi Marittime, le soste dove ristorarsi dopo lo sci e le passeggiate sulla neve

Oltre mille chilometri di piste e oltre 50 comprensori sciistici, 14 snowpark, strutture ricettive di alta qualità, impianti di ultima generazione e un attrezzato sistema di rifugi: le Alpi del Piemonte offrono ambienti spettacolari ed esperienze immersive nella natura in un mondo soffice e candido.
Dalle valli del Cuneese, con l’inconfondibile sagoma piramidale del Monviso, alle Alpi di Torino; dal Biellese fino al massiccio del Monte Rosa e gli incontaminati paesaggi dell’Ossola: un vero paradiso per sciatori, snowboarder e freeriders, ma anche per chi sceglie tranquille passeggiate in famiglia e tra amici, giornate sulla neve con i bambini, magici percorsi con gli sci da fondo tra i boschi e la scoperta dei tipici borghi di montagna.
limone-piste.jpgPh. riservabianca.itE uno di essi è quello cuneese denominato Riserva Bianca, ovvero il comprensorio a innevamento naturale delle Alpi Marittime, al confine con la Francia: nella stupenda conca che raccorda tre valloni si snodano oltre 80 km fra piste e itinerari per tutti gli amanti della discesa, delle escursioni con racchette da neve e del fuoripista con 56 km solo per lo sci da discesa, piste panoramiche e di buon livello tecnico, come la pista Pancani che supera i 2 Km di lunghezza e consente una sciata lunga e continuativa.
Principale punto di approdo del comprensorio è Limone Piemonte, che si distingue per il centro storico tipico dei villaggi di montagna, con una strada centrale dove si aprono le principali attività commerciali, la Parrocchiale di San Pietro in Vincoli risalente al XV secolo e il Municipio.
limone-inverno.jpgPh. riservabianca.itQui, al termine di una “faticosa” giornata sulle piste, c’è spazio anche per la gola. Ospitato all’interno del Relais Fiocco di Neve (via Roma, 2/c, tel. 0171926352) nel centro storico, troviamo infatti la corona radiosa White Lounge Restaurant e lo chef Luca Aprea, che codifica piatti incentrati sulla stagionalità e sull’attenta selezione di prodotti locali, interpretati con garbo e creatività. Per un aperitivo o una sosta più informale c’è anche l’elegante lounge bar. Piatti imperdibili: vitello scampato (vitello, scampi, finger lime, pomodorino giallo, tartufo, spritz); carne cruda all’albese, Castelmagno e pesto; risotto al Castelmagno, fichi e cardoncelli; mezzelune ricotta, scampi e prezzemolo; piccione, pesca, cicoria, blu di pres, frolla salata al nero. Ciambella al cioccolato bianco, mango, caviale, frutti di bosco. Prezzi medi: Antipasti 17; Primi piatti 18; Secondi piatti 23; Dolci 10.
white-ingresso.jpgRimanendo nel centro storico, ecco un faccino radioso sempre più convincente. Si tratta dell’Osteria del Bagatto (via XX Settembre, 16, tel. 0171927543), un bel ristorante dominato dalla pietra e dal legno dove si gusta una cucina che unisce con grande bravura tradizione ligure e piemontese. Piatti imperdibili: battuta di Fassona, tartufo nero estivo, nocciola e crudité; tagliolini agli spinaci di montagna, cacio pepe e funghi porcini; guanciale di vitello stracotto al pomodoro, crema di patate e chips. Crumble alle mandorle ramassin e gelato alla vaniglia Prezzi medi: Antipasti 17; Primi piatti 17; Secondi piatti 17; Dolci 9. Menu della Tradizione a 43 euro; Menu dello Chef a 48 euro
limone-trattoria.jpgPh. Facebook Osteria Il Bagatto OfficialPietra e legno caratterizzano gli ambienti anche della terza sosta golosa: è la Polenteria (piazza Risorgimento, 5, tel. 3284716761), dove la scena è conquistata dalla polenta, accompagnata con sughi della tradizione. Si bene beve, serviti sempre con il sorriso. Piatti imperdibili: sformato con bagna caoda; gnocchi di polenta con Gorgonzola di capra; polenta con cinghiale, cervo o salsiccia al sugo. Torta di polenta, mela cannella e uvetta con salsa allo zabaione. Prezzi medi: Antipasti 9; Primi piatti 12; Secondi piatti 13; Dolci 5. Prezzo Medio 20 euro.
Nella regina invernale delle Alpi Marittime, c’è anche una boutique del gusto dove fare acquisti: è la macelleria "Mastro Taricco dal 1987” di via Roma, 51, secondo punto vendita della omonima "famiglia di allevatori, macellai, innovatori” dopo quello di Robilante. Qui troverete i migliori tagli di Fassona Piemontese (tra cui la costata, la tagliata del Mastro, il cuore di filetto, lo scamone, l'entrecote) e altri prodotti esclusivi, come la Curenta (carne cruda di Fassona mantecata con Castelmagno Dop, Grana Padano Dop, olio extravergine di oliva, sale, pepe e aglio), da provare anche nella versione con tartufo nero d'Alba e con i porri di Cervere. Un'altra invenzione di Renato Taricco è la Fassona da passeggio: carne di coscia di vitellone piemontese macerata ed essiccata, tagliata e confezionata sottovuoto in pratiche buste monoporzione che si acquistan
o da un dispenser automatico. Immancabile poi la battuta, ma anche rolate pronte da cuocere, salumi, sughi a base di carne, e altri piatti pronti da gustare.
taricco-apertura.jpg

Foto d'apertura riservabianca.it

ilGolosario 2023

DI PAOLO MASSOBRIO

Guida alle cose buone d'Italia

ilGolosario Ristoranti 2023

DI GATTI e MASSOBRIO

Guida ai ristoranti d'Italia