Un formaggio della tradizione trentina, un'azienda agrituristica affascinante e la famiglia di Orazio Schelfi

Sul sito The Cuisine Press della rivista giapponese Ryoritsushin è uscito il quinto articolo di Paolo Massobrio dedicato ai prodotti tipici delle regioni italiane. Questo mese si parla del Primo Fiore del Monte Baldo. L'articolo per esteso è pubblicato in questo sito nella sezione "Attualità" e in lingua giapponese sul sito The Cuisine Press nella traduzione di Motoko Iwasaki

Quella di Orazio Schelfi è una storia singolare di resistenza umana che si lega a un formaggio antico, il Primo Fiore del Monte Baldo prodotto con il latte delle mucche munte in alta quota e stagionato nelle cantine di pietra. Oggi, con un lavoro paziente durato anni, Orazio ha trasformato quella che era una semplice malga in un agriturismo accogliente con le camere e un pensatoio in pietra con al centro il ciliegio dove si arrampicava da bambino.