Mauro Morandin oggi è Maestro Pasticciere di fama internazionale, conosciuto e apprezzato dalla Francia al Giappone. Ma nulla nella sua arte è improvvisato. Si può dire che nelle sue vene scorrano acqua, zucchero e farina: è cresciuto nella pasticceria del padre Rolando da cui ha appreso il valore della tradizione, che ha coniugato con un costante lavoro di ricerca e sperimentazione e con un estro creativo che gli hanno permesso una crescita continua.

Nel suo laboratorio valdostano di Saint Vincent (via E. Chanoux, 105 – tel. 0166 512690) produce pasticceria fresca e secca, lievitati, cioccolato e confetteria e, tra i pochi in Italia, vanta la cura di due intere filiere: del cioccolato e della frutta candita. Alcuni suoi dolci raccontano il suo territorio, la verde Vallée, come le tegole, i torcetti, le praline al Genepy, il Panciucco alla Malvasia passita e il Pane di Sant’Orso. Altri invece sono interpretazioni dei grandi classici italiani e internazionali: Meringata, Strudel, Sacher, panettone, crostate, bignole, macarons, éclair, brutti e buoni, amaretti, pasta di mandorla, sfoglie.

Un discorso a parte merita la cioccolateria. Morandin parte dalle fave di cacao per realizzare praline, cremini, tartufi, tavolette e poi creme spalmabili, tutto fatto a mano impiegando antichi stampi raccolti in giro per il mondo. A Saint Vincent ci sono i laboratori e il negozio, nel cuore storico di Aosta (via porta Pretoria, 3) c’è il secondo punto vendita dove è possibile acquistare tutte le dolcezze made in Morandin.