Barbera d’Asti Superiore “Nuda” - Barbera d’Asti “Solo Acciaio” e “Lequilibrio” - Grignolino d’Asti “Grignè” - Ruché di Castagnole M.to “La Tradizione” e “Limpronta”
TOP HUNDRED Ruché di Castagnole M.to “Laccento” (Selezione Bricco Montalbera)

Clicca qui per leggere l’articolo di Paolo Massobrio uscito su La Stampa nel 2012

Testo publiredazionale

L’azienda si trova in cima al Bricco Montalbera, in un territorio compreso fra i comuni di Grana, Castagnole Monferrato e Montemagno, nel punto più alto dell’intera denominazione, situato a 270 metri sul livello del mare.
Complessivamente, Montalbera si estende su 160 ettari vitati, di cui 60 a Ruchè, corrispondenti al 60% dell’intera denominazione a Docg. Le altre varietà impiantate sono Barbera d’Asti, Grignolino e Viognier.
E se la superficie a vigneto ha valso a Montalbera il primato di azienda con la più grande estensione piemontese di vigneti a corpo unico, la produzione, tuttavia, si attesta ogni anno solo su 400.000 bottiglie. In cantina, quindi, arrivano solo le uve selezionate, che vengono affidate alle cure di uno staff enologico di 3 persone, coordinato dalle idee innovative e moderne di Franco Morando (per i vini rossi e bianchi Luca Caramellino e Andrea Paglietti, per le Bollicine Lino Lanfrancone).
Montalbera offre oggi cinque interpretazioni del Ruchè: La Tradizione, Laccento, Limpronta Prima Decade (etichetta celebrativa per i primi 10 anni della cantina) ed infine il passito.
Montalbera, tuttavia, firma anche molti altri prodotti. Tra questi La Ribelle, Barbera d’Asti che “si ribella” all’uso del legno, Lequilibrio, Barbera dove si “equilibra” un'armonia di blend tra botte grande e barrique, e bollicine piacevoli derivanti dall’innovativa vinificazione in metodo Martinotti di vitigni territoriali come il Grignolino e la Barbera.