Julian (b - bronner)
TOP HUNDRED Vino del Passo (b - solaris)

Testo publiredazionale

Attenzione all’ambiente e alla storicità, un microclima unico e un’attenzione spasmodica a tutti i dettagli produttivi. Tutto questo fa di Lieselehof una delle cantine più interessanti dell’Alto Adige che nel2019, con il bianco Vino del Passo 2018, ha fatto il pieno di premi a cominciare dal Top Hundred di Paolo Massobrio e Marco Gatti. Siamo a Caldaro, in una zona dove spira il vento del sud “Ora” che garantisce circa 2000 ore di sole l’anno.La temperatura media annuale sul terreno della Tenuta è di 11,0 °C, l’ideale per i vitigni bianchi, così come 12,5 °C sui nostri terreni coltivati a vitigni rossi. Al centro di tutto l’attenzione alle corrette procedure agronomiche sintetizzate nel marchio Green Mountain Wine che garantiscono vino da uve Piwi al 100% (con Piwi si intendono le viti resistenti ai funghi che permettono di eliminare del tutto o quasi i trattamenti anticrittogamici), l’eliminazione degli erbicidi e una produzione di uve che non deve superare i valori descritti nel libro “Vitigni Resistenti” di Werner Morandell, agronomo e capostipite della famiglia. Il maso “Bioweingut Lieselehof”, dov’è situata l’azienda agricola, è situato in un piccolo angolo di Paradiso, circondato da vigneti e affacciato su panorami mozzafiato che propone anche ospitalità in un complesso di confortevoli appartamenti.
Tra i vini della Tenuta, oltre al già citato Vino del Passo, sono da assaggiare anche tutti gli altri grqndi bianchi ottenuti da uve gewurztraminer, pinot bianco, schiava e vitigni rari come il solaris, il souvignier gris e il bronner, conservati anche nel museo della vite, il sentiero didattico delle viti con 350 diverse varietà di viti che circonda la Tenuta.