Testo publiredazionale

È il laboratorio di Fatna Bounaim, giunta in Italia dal Marocco per studiare lingue a Genova e approdata, quasi per caso, a Nizza Monferrato, dove si è innamorata della cucina italiana e della pasticceria. Dopo aver seguito un corso avanzato di pasticceria a Milano ha aperto questo piccolo laboratorio dove tutto viene fatto su misura, con cura e attenzione ai particolari. Fatna ha puntato sulla pasticceria secca piemontese (ma propone anche paste fresche e piccola pasticceria salata) reinterpretata con ingredienti e farine diverse.

Tra i dolci da non perdere, spiccano i Baci, interpretati in innumerevoli versioni: dai classici con la nocciola, alle Noci di dama (realizzati con farina di noci e cioccolato extrafondente nell’impasto con una ganache di cioccolato bianco); dagli yo-yo (con farina di arachidi e ganache di arancia) ai baci al limone con la crema di limoncello all’interno.

O ancora le Dita di dama, per la forma allungata, con farina di mandorle e cioccolato extrafondente; le Monete di dama con farina di grano saraceno e cioccolato extrafondente a forma di moneta o ancora i baci con farina di quinoa fino ad arrivare al Bacio di Nizza: due cialde di nocciola Tonda Gentile e una ganache di crema alla Barbera. Da provare anche le torte di cake design, i brutti ma buoni e i macarons.