Chiuso il primo week-end di Golosaria tra i castelli del Monferrato,
tra gusto e nuove sfide per il futuro

Week-end di sole e di cose buone, il primo trascorso con Golosaria tra i Castelli del Monferrato, la kermesse itinerante che sabato e domenica ha animato il castello di Casale Monferrato, e che tornerà anche il prossimo fine settimana a Villa Morneto (Vignale M.to) con Barbera&Champagne, l'incontro tra bollicine d'oltralpe, spumanti italiani e vini rossi monferrini.
taglio nastro.jpgIl tradizionale taglio del nastro segna l'apertura di Golosaria Monferrato al castello di Casale MonferratoA far da contorno 31 paesi in festa con tantissime iniziative di carattere culturale ed enogastronomico. A cominciare dall’appuntamento di domenica mattina a Vignale Monferrato, con il tradizionale riconoscimento agli Amici del Grignolino, che quest'anno ha visto la premiazione della scrittrice Cinzia Montagna e dell'editore dello storico bisettimanale di informazione IlMonferrato Emanuele Giachino (vedi foto d’apertura).

E poi, sempre a Vignale Monferrato la presentazione del libro di Cinzia Montagna dal titolo "Donne fuori dalla storia" e, contestualmente, della mostra dedicata al grande archivio del Monferrato di Palazzo Callori, spunto per il lancio di una nuova sfida - ha dichiarato Massobrio - volta a ricostruire la lunghissima e importante storia del territorio.

Nel pomeriggio di sabato il convegno "Destinazione Monferrato", dedicato allo sviluppo dell'enoturismo tra le colline patrimonio Unesco, ma anche al trend che vede sempre più imprenditori "forestieri" scegliere questi luoghi per ambientare le proprie cantine e trasformarle in luoghi di bellezza e accoglienza, regalando al territorio uno sguardo nuovo sulle sue potenzialità. All'incontro, cui ha preso parte anche l'assessore regionale alla Cultura, al Turismo e al Commercio Vittoria Poggio, sono intervenuti - moderati da Paolo Massobrio - gli imprenditori Guido Carlo Alleva (Tenuta Santa Caterina - Grazzano Badoglio), Massimo Rosolen (cantina Hic et Nunc - Vignale Monferrato), Emanuela Novello (cantina Prediomagno - Grana) e dell'ex calciatore ora vignaiolo Anderson Hernanes (Cà del Profeta - Montaldo Scarampi). E da questo appuntamento Massobrio ha lanciato l’idea di un cenacolo permanente con i già 10 imprenditori venuti da fuori.
hic-nunc.jpgI partecipanti al convegno "Destinazione Monferrato" Ultimo atto, domenica pomeriggio, a Cocconato d’Asti, in mezzo ai vigneti della famiglia Bava (nella foto sotto Roberto Bava) per il concerto barocco per quintetto di ottoni Pentabrass.
roberto bava.jpgRoberto Bava a Cocconato d'AstiUna festa che già nel primo week end ha mobilitato parecchie migliaia di persone e che continuerà anche il prossimo fine settimana con un ampio palinsesto di eventi tutti da scoprire su www.golosaria.it.