Partendo da due alveari dono del padre, Giorgio Poeta, classe 1984 e una laurea in agraria, con tesi proprio sul miele è arrivato oggi a gestire circa 70.000 api allevate su 40 ettari di terreno coltivati a stretto regime biologico e in parte anche portate a bottinare in montagna durante l’estate. La sua grande innovazione è stata trattare il miele come il vino, facendolo invecchiare in barrique, una pratica che, unita a qualità dell’ambiente e attenzione per benessere dell’ape, ha portato i suoi prodotti nei ristoranti di grandi chef come Massimo Bottura e Mauro Uliassi. Tra le sue proposte ricordiamo Carato il miele d’acacia travasato più volte nell’arco dell’anno in botti di rovere che donano al miele un aroma caratteristico e profumi di cuoio e tabacco. Una seconda linea, Stella, è dedicata all’anice, ispirato alla tradizione regionale legata all’anice. L’IdroMiele è prodotto da tre mieli (stachys, acacia e girasole) e fermentato con acqua di sorgente per circa 9 mesi. Dall’unione di Carato e il vino rosso Kurni nasce il Carato Gran Cru: l’invecchiamento nelle stesse barrique impiegate nella fermentazione di Kurni gli dona un colore rosso rubino e al naso rimanda a frutta rossa appassita, visciola, ciliegie, prugne cotte, con note spiccate di bruciato. È miele da meditazione. Il prodotto di punta è l’IdroMiele barricato, che riposa in botte di rovere francese acquisendo aromi di sandalo, pepe e pesca matura. Tra i suoi prodotti anche il Beepower miscela energetica formata da miele, tintura madre di propoli e polline e pappa reale
TELEFONO

3283787555,0732041982

Servizi