Dall'allevamento di pecore di razza Sarda e Lacaune, un grande pecorino, lo yogurt Yovi e la ricotta

Il nome dell’azienda trasmette subito la privilegiata posizione di cui gode, ai piedi di Norcia (Pg) e con balcone sui Monti Sibillini (via Casa Sparse, 369 - tel. 0743816751). Ernesto Tiberi ne è pienamente convinto, soprattutto quando pensa alla filosofia del suo lavoro, in completa armonia con il paesaggio e seguendo i ritmi della natura.

Il gregge conta 500 capi per lo più di razza Sarda e una consistente presenza di pecore Lacaune, razza francese della zona del Roquefort. Le coltivazioni prevedono lenticchie e farro biologico con allevamento di polli, pecore e maiali cintati. I formaggi, le carni, i legumi e i cereali possono essere degustati nell’agriturismo Le Case dei Quarantotto, dove offrono anche ospitalità in appositi appartamenti (due dei quali attrezzati per le esigenze dei disabili).

Tutto il latte prodotto è usato nel caseificio dove, con la lavorazione a latte crudo e caglio naturale di agnello sardo, viene realizzato il pecorino, che occasionalmente viene farcito con tartufo, noci e pinoli. In cantina finiscono le forme più grandi, da 4 a 7 chilogrammi, che vengono unte con il grasso dei maiali allevati allo stato brado, per rallentarne la maturazione e mantenerne la pasta morbida. Con il latte di pecora crudo e l’aggiunta di fermenti lattici vivi viene prodotto Yovi un yogurt molto denso, dal sapore deciso ed estremamente digeribile. Da non perdere la ricotta.

Vi consigliamo inoltre il salame Corallina a pasta grossa, salsicce fresche e stagionate, salsicce al fegato, guanciale e lonza, tutti da carni di maiali di Cinta allevati allo stato brado.

Lo potrete incontrare a Golosaria i giorni 11, 12 e 13 novembre.