Bernardo Rossi inizia a produrre i primi distillati ad Angera nel 1847, sul lago Maggiore. Oggi siamo alla quinta generazione. Il prodotto di punta è la grappa, che nasce da un alambicco artigianale discontinuo composto da caldaiette in rame a passaggio di vapore, utilizzato da oltre un secolo. Ecco l’Acqua d’Angera, prodotta dalla distillazione di vinacce provenienti dalle uve raccolte nei vigneti dei 'Ronchi d’Angera', morbida e armonica, e la versione Barricata, che trascorre un anno in barrique di Rovere di Allier. Tra i liquori l’Amaro d’Angera con trenta erbe alpine dalla ricetta più vecchia della distilleria, dal bouquet complesso e dal gusto ampio e rotondo e l’Amaro del lago Maggiore, con erbe, radici e scorze di mandarino, dal retrogusto moderatamente dolce. Infine l’aperitivo Apollo 11, dal caratteristico colore rosa, dal profumo fresco e dal gusto avvolgente e sensuale.