Lambrusco Mantovano - Lambrusco Mantovano “Banda Blu” - Lambrusco Rosso di Quistello “80 Vendemmie” (ruberti) - Lambrusco Rosato di Quistello “80 Vendemmie” (ruberti) - Spumante Metodo Classico “Armonia 1.6”
TOP HUNDRED Gran Rosso del Vicariato di Quistello (r - ruberti, ancellotta)

Clicca qui per leggere l’articolo di Paolo Massobrio uscito su I Giorni del Vino (Einaudi, 2009) e su La Stampa nel 2007




Clicca qui per leggere l’articolo nella pagina Facebook I Vini del Golosario





Clicca qui per leggere l’articolo nella pagina Facebook I Vini del Golosario


Testo publiredazionale

Fin dal 1928, anno della sua costituzione, la Cantina Sociale di Quistello ha rappresentato un punto di riferimento nel mondo del Lambrusco Mantovano. Con la propria IGP “Quistello”, ha sviluppato una evoluzione del Lambrusco verso la modernità senza tradire la vocazione per i vini a tutto pasto con ottimo rapporto qualità-prezzo.

I vigneti dei 300 soci afferenti della Cantina sono situati principalmente in quella zona che intorno al grande fiume Po che viene abbracciata dall'intersezione con il Secchia. Qui si ottengono uve con caratteristiche uniche come il Lambrusco Grappello Ruberti che, proprio a Quistello, fonda le sue radici storiche e che qui raggiunge i suoi vertici qualitativi.

Ai fattori pedoclimatici si aggiunge il patrimonio sapienziale dei viticoltori e dei tecnici enologi. Grazie al loro impegno, nel corso dei decenni, la Cantina di Quistello si è sempre imposta come antesignana nel mondo del Lambrusco di eccellenza, proponendo vini che ben si identificano nel territorio di produzione e vinificazione. Serietà e costanza nel fare uniti alla passione per questo lavoro hanno aperto a nuove scommesse in campo enologico.

Ai classici Lambrusco, nel corso degli anni si sono affiancati nuovi vini come lo Chardonnay o il Moscato, vitigni ritenuti non adatti alla zona. Qui però hanno trovato uno sviluppo interessante e fin da subito hanno conquistato i palati più attenti ed esigenti. Ma interessanti novità riguardano anche il vino principe: il Lambrusco. L'attenzione crescente del mondo dei consumatori a questo vino è stata di stimolo alla ricerca e alla sperimentazione: la testimonianza è una gamma di prodotti in continua espansione, capaci di imporsi sul panorama nazionale e internazionale.

Top saranno il Lambrusco Mantovano “Banda Blu”, ottenuto da varietà Ruberti, Maestri, Salamino e Ancellotta, il lambrusco di Quistello “Gran Rosso del Vicariato di Quistello”, ottenuto da una selezione di Grappello Ruberti e Ancellotta, e il lambrusco di Quistello, “80 Vendemmie rosso e rosato” ottenuto da una particolare selezione di Grappello Ruberti. Non è da dimenticare il “Vin Cot”, ottenuto da una accurata selezione di mosto Grappello Ruberti.