Brasseria Alpina, un microbirrificio artigianale che utilizza per le sue birre anche le materie prime locali come il genepi, il timo serpillo e le mele piemontesi

Da un lustro, nello splendido scenario della Val Chisone, l’ampia vallata compresa tra Pinerolo e Sestrière, ha preso vita Brasseria Alpina, un microbirrificio artigianale che utilizza anche materie prime locali come il genepi, il timo serpillo e le mele piemontesi.

Fautori di tutto ciò sono due amici di lunga data, Max Mallardi e Roberto Di Paola, uniti fin dall’inizio anche dalla passione per il mondo della birra, che dopo anni di homebrewing, hanno deciso di unire le singole competenze per creare una dozzina di birre di qualità, per lo più ad alta fermentazione, rivolte a varie tipologie di consumatori finali.

Abbiamo così la linea dedicata al consumo quotidiano come le Boheme St. Germain Ale, Irish Ale e Belgian Wit, accanto a quelle più complesse come la Berla Nera, la Gran Truc e Lingero; birre legate al territorio come la Flora, la Pomme De Biere e la Charamaio, infine birre d’autore per festeggiare i grandi momenti come la d’Or Dublè, la Prima Melior con le varianti Prima Barrique e Prima Luvertin Barrique. 

Brasseria Alpina, che ha sede a San Germano Chisone (To) in Via Vittorio Veneto, 44 (tel. 0121034602), sarà tra gli espositori di Golosaria Monferrato.