Conosciuta essenzialmente per i suoi eccellenti spumanti metodo classico, questa azienda vitivinicola è oggi alla ribalta anche per la sua linea di aceti. Il merito è di Michael, figlio di Joseph e Marianne Reiterer. A lui si deve la linea Acetorium: 10 aceti pregiati, particolarmente delicati e privi di aromi aggiunti. Il loro utilizzo si sposa perfettamente con i piatti della cucina italiana: l’aceto di birra al doppio malto, ad esempio, è ideale per accompagnare l’arrosto di maiale, mentre quello di miele di castagno si sposa perfettamente alla selvaggina. Da provare anche l’aceto di mele balsamico, abbinato al fegato di manzo, e l’aceto al succo d’acero, con piatti di astice o ricette orientali. Molto interessanti anche quelli ottenuti da fichi, ribes e mirtilli.