• ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario

Cerca tra 2565 ristoranti, 3165 cantine, 4378 negozi e molto altro

CERCA
Chiudi Menu

Le Notizie del giorno 24/03/2017

La notizia

La notizia

Il cibo torna protagonista nella spesa degli italiani. Secondo un’indagine firmata dal Censis, la spesa alimentare nel biennio 2015/2016 è tornata a crescere del +1,1%. Dai dati emerge che negli anni abbiamo imparato a mangiare meno ma molto meglio, mettendo a tavola sempre più spesso cibo di qualità e affidandoci frequentemente all’e-commerce. (QN) E se è vero che l’italiano che fa la spesa è più informato, pragmatico e “italianista”, è anche vero che il risparmio non costituisce più l’unico motore della spesa, che dev’essere anche etica e salutare. Bene anche per i cibi etnici, i semipronti e i prodotti “senza” (glutine, lattosio etc…) . (Il Giornale) @ Se anche il ristorante diventa low cost. Su La Verità di stamane l’annuncio di una rivoluzione nel mondo della ristorazione; sulla scia delle tecniche utilizzate da tempo dalle compagnie aeree, anche i ristoranti, grazie a siti web e nuove applicazioni come The Fork e - ultimo nato - OpenTable, permettono di prenotare tavoli “last minute” o nei momenti meno richiesti. Lo spiega Marianna Baroli, che aggiunge: “Non servono i coupon: fanno sentire i clienti di serie B. E commentando online i clienti ottengono anche punti fedeltà”. @ Facebook & Co. surclassati da Sua Maestà la Pizza. Succede in Borsa, dove il gigante americano della pizza, Domino’s, dal 2009 a oggi ha superato le performance dei colossi del Web, piazzandosi al quarto posto tra i marchi più forti negli indici di Wall Street. “Chi ha investito nel 2010 sulle azione dei produttori del cibo napoletano - scrive Gianluca Baldini - oggi ha in tasca un valore cresciuto del 2092%: meglio della Apple”. (La Verità) @ E in tema buone finanze fa parlare di sé anche Esselunga, che ha presentato il primo bilancio senza il patron Bernardo Caprotti, confermando il suo buono stato di salute. La catena di supermercati nell’ultimo anno ha aumentato le vendite di 405milioni di euro, allargato la clientela e dimezzato le passività a 55milioni di euro. E tra i progetti per il futuro ha annunciato l’apertura del primo negozio a Roma, che inaugurerà sulla Prenestina il 5 aprile, e la sfida con l e-commerce, il cui fatturato risulta ancora troppo ridotto. @ Risotto e cotoletta per Papa Francesco. Questo il menu che domani, in occasione della visita del Pontefice alla diocesi di Milano, il carcere di San Vittore ha disposto per il pranzo. Ad accogliere Papa Bergoglio sarà il cardinale Angelo Scola, quindi la prima tappa verso le periferie, il pranzo e nel pomeriggio l’arrivo al parco di Monza. (La Verità) @ Latte con antibiotici e sostanze proibite utilizzato anche per produrre Parmigiano e Grana Padano. La Procura di Reggio Emilia ha scoperto una maxi truffa alimentare che coinvolge gli ex vertici della società reggiana Nuova Castelli, uno dei maggiori esportatori di questi due formaggi. Con il passare delle ore invece escono di scena i due Consorzi che anzi potrebbero rientrare come parte lesa per il danno d’immagine causato. (Libero) @ Un formaggio per finanziare gli scavi. L’originale idea arriva dalla Valle d’Aosta dove sarà prodotto un Bleu con il nome “La Cave d’Orgeres”, il luogo degli scavi condotti dall’Università di Torino che hanno riportato alla luce un centro di produzione formaggio risalente al Medioevo. @ Addio a Cino Tortorella. Il Mago Zurlì che ha fatto divertire intere generazioni di bambini è mancato ieri all’età di 89 anni.  (La Stampa e Il Corriere della Sera) Noi di Papillon lo abbiamo incontrato per l’ultima volta a Rocchetta Tanaro, in occasione del memorial di Bruno Lauzi. E’ stato anche direttore di una rivista di cibo di cui era grande estimatore, tanto da regalarci una visita a sorpresa a Golosaria, nell’edizione del 2014. @ Lutto anche nel mondo della fotografia. E’ mancato ieri a Torino Bob Noto, fotografo gourmet che ricordiamo con noi in un’edizione di Golosaria a Rivoli.

Frutta e verdura chiavi del benessere, baclofene contro l'alcolismo

Frutta e verdura chiavi del benessere, baclofene contro l'alcolismo

Smoothies, centrifughe ed estratti di frutta e verdura. E’ questa la nuova via del benessere, il rito quotidiano per disintossicare il proprio organismo. Lo spiega sul Corriere della Sera Isabella Fantigrossi, con alcuni consigli per prepararli in casa e le ricette più golose. @ Ma di frutta e verdura parla trasversalmente anche Giorgio dell’Arti, che su Sette spiega l’importanza dei colori in tavola. Il rosso, brillante, stimola l’appetito, mentre il verde sortisce l’effetto opposto. Per questo spinaci e insalata scontentano la vista ancor prima del palato. @ Come capire se si soffre di allergie? Lo spiegano su Sette Caterina e Giorgio Calabrese, che invitano ad eseguire test specifici e diete a rotazione per individuare le allergie da cui si è affetti. “Le intolleranze alimentari - scrivono - possono avere conseguenze pesanti. (…) Per questo è necessario seguire una dieta a rotazione per scoprire quali sono i cibi che determinano l’insorgere della sintomatologia”. @ Per ridurre l’alcolismo funziona il baclofene. Lo scrive Ettore Bianchi su Italia Oggi, che spiega come questa sostanza, utilizzata come medicamento per contrastare gli spasmi muscolari in determinate malattie neurologiche, possa ridurre anche il consumo problematico di alcol. I risultati sono stati presentati in due saggi in occasione delle giornate annuali della società francese di alcolismo.

Rubriche

Rubriche

Da leggere sul Corriere della Sera l’intervista di Luciano Ferraro a Giovanni Mantovani, il direttore generale di VeronaFiere che annuncia la prossima edizione del Vinitaly e risponde all’invito lanciato la scorsa settimana da Angelo Gaja, che aveva proposto una biennale milanese del vino. “Una fiera a Milano? - dice - Non serve. La vera Fiera è a Verona” e incentiva Vinitaly in the City per favorire una fiera sempre più di operatori e momenti conviviali nelle città italiane per i consumatori. @ Ma a proposito di vino, su Sette viene segnalata anche la guida a cura di Luciano Ferraro e del sommelier Luca Gardini dal titolo “I migliori 100 vini e vignaioli d’Italia”, in edicola dal 29 marzo. Un libro che racconta ciò che si nasconde dietro al bicchiere, a partire dalle storie di chi tra i filari ci lavora. @ Viaggio nel mondo dei fiori con Paolo Pejrone, che questa settimana su La Stampa presenta la Clematide, una pianta originaria della Cina, diffusa in Inghilterra e ora scoperta anche nei nostri giardini, i cui grappoli sono “Freschi come una cascata di neve”. @ Nuova sosta per Gianni e Paola Mura, che sul Venerdì di Repubblica recensiscono i piatti del ristorante Seta di Milano e da bere consigliano l’Aglianico Passione 2013 prodotto da La cantina di Enza a Montemarano (Avellino) @ Sul Corriere della Sera Gabriele Principato intervista Iginio Massari e presenta “The Sweetman”, il nuovo programma in onda da lunedì su Sky Uno che avrà come protagonista il maestro bresciano in qualità di giudice. E a proposito dei concorrenti Massari confida: “Ho visto di tutto: dai cake designer bravissimi ai pasticcioni, che però si fanno guidare dal cuore”.

Ho capito bene?

Ho capito bene?

20 centimetri per un chilo di peso. E’ l’identikit della vongola gigante recuperata da un giovane nel Rio Cordano ad Arcugnano (Vicenza). Il super-mollusco, pescato durante il drenaggio del fiume, è stato immediatamente segnalato al museo naturalistico archeologico di Vicenza, che lo ha identificato con un esemplare di “Anodonta Woodiana”, un mollusco bivalve di grandissime dimensioni. (Libero) @ Dalle vongole ai ragni, capaci di mangiare 400milioni di tonnellate di insetti in un solo anno. A provarlo uno studio pubblicato sulla rivista The Science of Nature, che dimostra come i ragni siano i principali nemici degli insetti. (Eh, beh. ndr) (Italia Oggi)

L'assaggio

L'assaggio

All’Osteria della Stazione (via Popoli Uniti, 26 - tel. 0228381700) di Milano. A Nolo, un quartiere emergente della città, un’ osteria che è un vero luogo di resistenza umana, la cui cucina, autentica, ricalca le origini friulane del patron Gunnar Cautero. Tra i piatti da provare il frico, i cjalsons ripieni di guanciale e porcini ma anche l’ossobuco e la costoletta alla milanese. Su ilGolosario.it la sosta di Marco Gatti.

Il Vino

Il Vino

E’ l’Amarone della Valpolicella 2010 di Salvaterra (tel.0456859025)  di San Pietro in Cariano (VR). Questo Amarone interpretato dall'enologo piemontese Beppe Caviola ha un qualcosa di nuovo. Non è opulento, è lineare nel suo ingresso elegante e poi nelle speziature selvatiche, come le ha definite Luca Gardini. La piacevolezza della beva a tutto pasto è decisamente superiore. Ecco cosa abbiamo provato per un Amarone di cui vivaddio finisci la bottiglia. Bravi!

CONDIVIDI
Facebook Twitter GooglePlus