• ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario

Cerca tra 2565 ristoranti, 3165 cantine, 4378 negozi e molto altro

CERCA
Chiudi Menu

Le Notizie del giorno 22/05/2017

Al via la settimana di Golosaria

Al via la settimana di Golosaria

Successo per la 98^ edizione della Fiera Campionaria, che ieri a Padova ha chiuso i battenti con il risultato finale di 270 mila visitatori. Ma da oggi si guarda già a Golosaria, che il prossimo fine settimana (dal 26 al 28 maggio) occuperà gli spazi della Fiera mettendo in scena le migliori espressioni enogastronomiche del Triveneto e di tutta Italia, con 200 produttori rappresentati, le cucine di strada e un palinsesto di incontri, lab e show cooking da scoprire su www.golosaria.it. Un evento atteso, che sabato è stato annunciato anche su RAI 3 da Officine Italia, dove Paolo Massobrio ha rilanciato i temi chiave di questa edizione. La sua intervista a questo link.

La notizia

La notizia

Nuovi format si affacciano sul mercato italiano: la catena  di fast food bio-vegetariani FrescCo è pronta a sbarcare in Italia e ad espandersi in Europa con l’apertura di 100 nuovi ristoranti nei prossimi cinque anni dove, accanto al particolare menu, presenteranno anche la formula “mangiate fin che potete”. (Affari & Finanza di oggi) @ Nutella apre dal 31 maggio un proprio Cafè dedicato a Chicago. All’interno ci saranno menu tematizzati e panetteria, ma la vera sorpresa sarà l’esterno, che riprenderà la forma di un enorme barattolo di Nutella. Secondo Italia Oggi quello voluto dalla Ferrero potrebbe essere una nuova strategia commerciale del brand. @ La febbre del gin contagia l’Italia. Dopo la birra - scrive il Giornale di sabato - è l’ultima ossessione, da Capri alle Dolomiti, con gli ingredienti regionali più disparati; dal pomodoro al marmo di Carrara (messo in infusione nel gin n.d.r). @ Il frutteto diventa un market self-service aperto nel weekend. I clienti vanno, raccolgono la frutta e compongono i cestini ricevendo uno sconto. L’idea è di un giovane perito agrario di Lodi, Marco Mizzi, che ha creato un frutteto con decine di varietà diverse.

Il piatto dei dogi, dieta mediterranea e crisi del grano

Il piatto dei dogi, dieta mediterranea e crisi del grano

Un piatto portafortuna che incantò anche i dogi”. Così su La Verità di sabato Morello Pecchioli descrive il risi e bisi, il piatto tipico della tradizione veneta già apprezzato negli opulenti banchetti dogali, in particolar modo nel pranzo che il Serenissimo Doge offriva il 25 aprile ai rappresentanti delle potenze accreditate in laguna. @ Dieta mediterranea? Un’illustre sconosciuta. Questa, almeno, la conclusione cui sembra giunto uno studio dell’Università di Bologna e presentato al congresso nazionale della società italiana per la Prevenzione Cardiovascolare svoltosi a Genova, secondo cui 6 italiani su 10 non conoscono la dieta mediterranea né la piramide alimentare. “Un problema trasversale - si legge - che riguarda tutti i ceti sociali, a prescindere dal livello di istruzione e dalla condizione economica”. @ Ma in tema di alimentazione, è da leggere l’approfondimento del Corriere della Sera sulle proprietà delle fragole, frutti “multitasking” che riducono il colesterolo, i trigliceridi e la glicemia. “Inoltre - spiega la nutrizionista Carla Favaro - i loro composti bioattivi ad alta efficacia antinfiammatoria e antiossidante spiegano l’ampio spettro d’azione”. @ Ma di salute si parla anche su QN di domenica con un’intervista ad Arrigo Cicero, il presidente della società italiana di Nutraceutica che spiega ad Alessandro Malpelo il potere curativo e disintossicante delle piante. “In una società che invecchia e richiede di mantenere una performance elevata, l’alimentazione ricca di nutraceutici può fare la differenza. (…) Ma occorre affidarsi al medico o al farmacista: per quanto non facciano male, anche queste sono sostanze che l’organismo deve assimilare nel modo giusto”. @ Dall’alimentazione al tema dell’ambiente con due notizie che fanno riflettere. Da un lato il progressivo innalzamento delle temperature, che nelle isole Svalbard, in Norvegia, sta mettendo in pericolo la cosiddetta “Arca dei Semi”; l’inverno più mite del solito ha iniziato a sciogliere il permafrost provocando infiltrazione nel bunker artico dove sono custoditi 500 milioni di semi, ovvero il patrimonio vegetale dell’umanità. (Repubblica) Ma a livello globale, i cambiamenti climatici incidono negativamente anche sullo stato di salute del grano. Secondo uno studio delle università americane di California, Davis e Cornell, entro la fine del secolo si ridurranno di un terzo i raccolti di grano e orzo. Un problema che non risparmia neppure l’Italia, dove secondo le stime del Crea (Consiglio per la ricerca in agricoltura n.d.r) in un anno si è perso l’8,7% degli ettari seminati.Produrre grano non è più remunerativo - commenta il presidente di Copagri Franco Verrascina - Dopo il crollo delle quotazioni dello scorso anno, anche le previsioni per questa campagna sono in perdita”.

Il cuore di Antonino e il cioccolato delle zanzare

Il cuore di Antonino e il cioccolato delle zanzare

Il mio piacere è vedere felici gli altri, fare qualcosa perchè abbiano una vita migliore”. A dirlo è lo chef “da incubo” Antonino Cannavacciuolo che su Qn svela un animo francescano (e presenta il suo libro Mettici il Cuore), ma non risparmia qualche perplessità: “Scusatemi - dice - ma non capisco il wasabi”. @ “Il sushi è una filosofia: mangiatelo e sarete felici”. La perla di saggezza arriva da Masahiro Kawaguchi uno dei maggiori esperti di sushi al mondo intervistato su Libero. @ Nella grande distribuzione si moltiplica l’offerta di cioccolato che sembra infinita, ma solo in apparenza. Perchè le materie prime sono sempre le stesse e c’è il rischio della standardizzazione dei sapori. E’ uno dei temi del libro Bread, wine, chocolate. La lenta scomparsa dei cibi che più amiamo della giornalista Simran Sethl. @ E in tema cioccolato, anche le zanzare sono utili. Su Libero di oggi l’entomologo Stefano Turillazzi spiega che esiste una specie simile alle nostre zanzare che permette l’impollinazione dei fiori di cacao

Pasta Rummo in difficoltà e il biscotto di Emma

Pasta Rummo in difficoltà e il biscotto di Emma

La vicenda di pasta Rummo è stata una straordinaria gara di solidarietà, che tuttavia potrebbe non essere sufficiente a salvare l’azienda dal credito con le banche. Sulla Stampa di sabato Chara Beria di Argentine racconta il proseguo della vicenda dei pastai alluvionati nel 2014 e oggi schiacciati dai debiti per la ricostruzione. @ Compie 100 anni la birra sarda Ichnusa, una “bionda” da 200 milioni di euro l’anno che per festeggiare si regalerà un allargamento della linea produttiva. (La Stampa) @ A Verbania nasce il biscotto di Emma, al gusto di limone e cannella e ispirato alla donna più anziana del mondo scomparsa poco tempo fa. Il biscotto creato dallo chef Massimiliano Celeste de Il Portale di Pallanza servirà a sostenere un centro per anziani. (Corriere della Sera)

L'assaggio

L'assaggio

Al ristorante La Chiusa (via Parma, 82 - tel. 0376710242) di Asola (MN). Un luogo suggestivo  nella bassa mantovana, quasi al confine con la provincia di Cremona, che ha come protagonista il pesce ma dove ogni piatto è realizzato tramite una scelta ragionata e originale. Da provare, oltre alle tartare di pesce crudo, anche lo spezzatino di tonno, le ostriche e i gamberi rossi. Quindi la patata schiacciata con acciughe del Mar Cantabrico, i bigoli con la carbonara di bottarga e tonno alla crudaiola, il coregone in salsa alla mantovana e il capretto al forno con patate e carne di fassona piemontese in vari modi. Su ilGolosario.it la sosta di Paolo Massobrio. 

Il Vino

Il Vino

E’ il Franciacorta 2012 di Vezzoli Vini (tel. 030 726 7579) di Erbusco (BS). Un produttore che abbiamo ritrovato ai vertici, anche in questo millesimato del 2012, di colore oro brillante, con naso ampio e note agrumate, di frutta esotica e di spezie, dal sorso di buona struttura, eleganza, sapidità e lunga persistenza. 

CONDIVIDI
Facebook Twitter GooglePlus