• ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario

Cerca tra 2565 ristoranti, 3165 cantine, 4378 negozi e molto altro

CERCA
Chiudi Menu

Le Notizie del giorno 09/07/2018

La Notizia

La Notizia

Scatta l’allarme europeo sulla listeria: Findus e Lidl ritirano in via precauzionale alcuni lotti di minestrone congelato. Il ministro della Salute Grillo rassicura: “Da noi nessun focolaio” E gli esperti spiegano: la cottura a 65 gradi elimina ogni rischio. (Corriere della Sera) @ Grano: mietitura in ritardo ma quantità stabile (che però non basta a coprire il fabbisogno nazionale). Ne parla Maurizio Tropeano sulla Stampa mentre su Repubblica si parla del nuovo accordo di filiera che coinvolge dai produttori ai pastai (e include logicamente anche grano non italiano) per permetterci di mantenere il primato come produttori di pasta nel mondo. @ La guerra dei dazi potrebbe favorire i formaggi italiani. Le imitazioni americane faticheranno a entrare in Cina lasciando così spazio ai nostri originali. E’ la tesi di Coldiretti. (La Stampa) @ La musica al ristorante influenza le nostre scelte: se si alza il volume si mangia peggio e si resta meno tempo. Secondo una ricerca dell’Università di Tampa, al contrario, se si ascolta una musica rilassante si è portati a fermarsi di più ai tavoli e gustarsi di più il cibo (consumando però meno). (Corriere della Sera) @ Il Fatto Quotidiano torna sul caso Xylella, dopo le interviste della scorsa settimana. Secondo il quotidiano di Travaglio non ci sarebbero sufficienti prove scientifiche per confermare il nesso tra batterio e malattia degli ulivi in Puglia. (Però così si apre indirettamente la strada a pericolose teorie complottiste) @ Il governo Salvini - Di Maio? “Un Lambrusco, un vino dal carattere scomposto ma che può fare il botto”. Parola dell'enologo Riccardo Cotarella intervistato dal Fatto Quotidiano, che paragona Gentiloni a un Chianti e ammette di essere stato contattato anche da Brunetta (dopo D’Alema) per fare vino nella sua tenuta di Roma.

Snack spaziali, grani antichi e il dilemma degli integratori alimentari

Snack spaziali, grani antichi e il dilemma degli integratori alimentari

Snack e piatti spaziali presto finiranno nei distributori automatici. La Galvkosmos, azienda che fa parte del gruppo Roscosmos dell’agenzia spaziale russa, sta pensando di mettere a disposizione di tutti il cibo che solitamente viene fornito agli astronauti; non solo prodotti liofilizzati e snack, ma piatti elaborati e gustosi, in grado di conservarsi per lungo tempo ed essere nutrizionalmente equilibrati. L’annuncio è stato dato nei giorni scorsi dal direttore generale della compagia, Denis Lyskov e dal suo omologo dello Space Food Lab, Konstantin Grigoriev. (Italia Oggi). @ Cresce il mercato dei grani antichi. Per moda o necessità, in Italia i grani antichi e nazionali vivono una nuova era e alimentano un mercato in continua espansione. Un esempio su tutti: secondo Coldiretti, nel caso della varietà Senatore Cappelli si è passati da circa mille ettari coltivati nel 2017 a 5mila attuali. Andrea Zaghi su Avvenire di domenica. @ Il futuro? Potrebbe essere in un baco da seta. La materia prima quasi interamente prodotta in Cina raggiunge costi stellari e il tessile italiano (e l’Occidente in generale) valuta l’ipotesi di tornare a produrla. E se da un lato la nuova via della seta potrebbe passare dalla Tunisia per via delle favorevoli condizioni climatiche, dall’altro per rivedere le colline lombarde e venete ricoperte di gelsi ci vorranno almeno 20 anni. (QN di domenica) @ Integratori alimentari: maneggiare con cura. I consumatori sono circa 32 milioni e alimentano un business che vale almeno 3 miliardi e che nell’ultimo anno è cresciuto del +6%, con oltre 90mila tipi di integratori attualmente in commercio, per ogni necessità. Ma se è vero che gli integratori possono dare un aiuto (discutibile) per l’alimentazione, secondo gli esperti sono molti (troppi) gli italiani che pensano si tratti di elisir curativi. Ed esagerano, danneggiando l’organismo. (Libero) @ La luce fa ingrassare e altera anche l’umore. La notizia - sicuramente curiosa - arriva dall’Institute of Cancer Research di Londra, secondo cui dormire con luci accese in camera da letto fa aumentare di peso. Secondo i ricercatori, la luce artificiale potrebbe alterare le funzioni dell’orologio biologico che scandisce il sonno e la veglia, con un effetto negativo sulle attività chimiche, ormonali e nervose delle cellule del nostro corpo che aumentano il rischio di sovrappeso. (Mah….)

Animalia

Amazon ancora sotto accusa. La denuncia, questa volta, arriva dall’Enpa (Ente Nazionale Protezione Animali), sceso in campo contro il colosso dell’e-commerce in riferimento alle inserzioni di vendita degli astici. “Imballa aragoste vive - hanno tuonato gli animalisti - E’ un viaggio di sofferenza”. (Il Giornale di domenica)

L'assaggio

L'assaggio

Al Ristorante20 (via Vittorio Veneto, 14 • tel. 328 5885980) di Cornaredo (MI). A due passi dal D’O, un altro locale frutto di una recente ristrutturazione, con un ambiente piacevole e una cucina da scoprire. Dalla carta provate il carpaccio di tonno alla mediterranea o le capesante grigliate con cubetti di mortadella, ma anche gli spaghettoni aglio olio e peperoncino con crudité di gamberi e lime, il risotto alla milanese al salto e il coniglio alla senape con gratin di patate. Su ilGolosario.it la sosta di Marco Gatti.

Il Vino

Il Vino

Il Calabria Bianco Zibibbo 2017 di Cantine Benvenuto (tel. 331 7292517) di Francavilla Angitola (VV). Ha colore giallo che vira all'oro, al naso senti le note aromatiche della macchia mediterranea; in bocca un sorso secco, fresco, caratteristico e armonico nella sua rotondità. La bottiglia non è rimasta vuota: fantastico!

CONDIVIDI
Facebook Twitter GooglePlus