• ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario

Cerca tra 2565 ristoranti, 3165 cantine, 4378 negozi e molto altro

CERCA
Chiudi Menu

Le Notizie del giorno 05/05/2016

La notizia

La notizia

Un italiano su dieci ha detto addio alla carne, ma nel 2015 l’allarmismo creato dall’OMS si è fatto sentire su tutta la popolazione, con gli acquisti delle famiglie crollati del 9% per la carne fresca di maiale, del 6% per quella bovina e dell’ 1% per la carne di pollo. E’ il risultato del dossier #bracioleallariscossa presentato da Coldiretti, che proprio oggi, al Centro Congressi del Lingotto di Torino scenderà in campo per il Braciola day riunendo allevatori, consumatori e addetti ai lavori per dire no al “pensiero unico” vegano. “Proprio nel 2015 - ha precisato Coldiretti - la carne ha perso per la prima volta il primato, diventando la seconda voce del budget alimentare delle famiglie italiane dopo l’ortofrutta. (…) Le quantità di carne portate a tavola dagli italiani sono scese a 85 grammi al giorno, ben al di sotto del limite dei 100 grammi fissato da più accreditati Istituti di ricerca”. (Il Giornale e Repubblica) @ E sulla carne interviene anche Espedito Ausilio, che su Italia Oggi ricorda come il Piemonte sia la regione con il primato italiano nella valorizzazione delle carni da razze storiche italiane, mentre annunciando l’appuntamento di Coldiretti segnala altre iniziative analoghe in programma quest’oggi nel resto dello Stivale, dalla Campania alle Marche. @ Stufi dei soliti volantini con coupon di sconto e offerte alla cassa? Niente paura, da oggi tutto potrebbe essere più semplice grazie a “T-frutta”, l’applicazione messa a punto da una start-up acquisita dalla multinazionale italiana Sia che consente di guadagnare...spendendo. Il funzionamento è semplice: basta fotografare con il proprio smartphone lo scontrino del supermercato per fare in modo che il software riconosca nella lista i prodotti che godono di uno sconto digitale e accrediti in un salvadanaio virtuale la cifra corrispondente. I soldi caricati diventeranno magicamente denaro contante, da spendere come meglio si crede. L’applicazione da ieri è anche a Torino, dopo 8 mesi di test a Milano e Modena, dove è stata sperimentata da 45mila consumatori, con un incasso totale di 472mila euro e 363mila scontrini emessi. (La Repubblica) @ 10mila persone al giorno per un totale di 600mila visitatori che, dal 27 maggio al 30 settembre, torneranno ad animare il sito di Expo in occasione di fast post Expo, che prevederà track, banchi di street food, ma anche musica e maxi schermi che trasmetteranno tutte le partite in programma, dagli Europei alle Olimpiadi. A dettare i tempi (strettissimi) del progetto sarà Arexpo, che proprio oggi ha pubblicato un bando per trovare un gestore unico. (La Repubblica) 

Alcol e giovani, maxi panchine con vista sul Monferrato

Alcol e giovani, maxi panchine con vista sul Monferrato

Due giovani su tre bevono alcol già a 14 anni. E’ il risultato di un sondaggio condotto da Fidapa su un campione di 3200 giovani piemontesi di età compresa tra i 13 e i 15 anni, dove il 43% ha dichiarato di bere alcool in piccole quantità e il 19% di fare uso di bevande alcoliche in modo regolare. Tra i drink più consumati si piazzano i cocktail e i superalcolici, seguiti dalla birra e, più raramente, dal vino (6%), mentre la differenza fra maschi e femmine è pressoché impercettibile. Ma quali sono le motivazioni alla base di questi comportamenti? Essere accettati, sentirsi grandi e dimenticare i problemi. “Le motivazioni confermano quanto bere alcool non sia più una trasgressione - ha commentato il professor Roberto di Monaco, che ha analizzato gli studi - Piuttosto, esprimono la necessità di divertirsi, condividere l’esperienza tra pari, segnare il passaggio all’età adulta. (…) L’ alcol assolve quindi una funzione sociale, ma è preoccupante che alcuni già a questa età  dichiarino di bere per dimenticare: un atteggiamento che ricalca le dipendenze dell’età adulta”. (La Stampa) @ Rosse come la Barbera e tanto grandi da ospitare almeno 10 persone. Sono le panchine giganti create dall’artista Chris Bangle in occasione dei 40 anni del “Passum”, la Barbera d’Asti prodotta da Mariuccia Borio, che domineranno le vigne del Monferrato. La prima, con vista privilegiata su Cascina Castlet, è stata inaugurata domenica in presenza dell’autore e della padrona di casa, che ha detto: “La panchina è un gesto di accoglienza verso chi arriva: tutti possono vederla, sedersi sopra e gioire del paesaggio immenso tra i vigneti”. (La Stampa) @ Ma di Barbera si parlerà anche al Foro Boario di Nizza Monferrato, dove da domani a domenica andrà in scena Nizza è Barbera, la manifestazione dedicata al vino simbolo del Monferrato che coinvolgerà 50 produttori della “rossa targata Nizza”. E tra gli ospiti di questa edizione, domenica è atteso anche Paolo Massobrio, che alle 16.00 interverrà insieme al presidente del Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato Filippo Mobrici e al presidente dell’Enoteca Regionale di Nizza Mauro Damerio per affrontare il tema “Comunicare la Barbera d’Asti”. (La Stampa) @ Dalle vigne del Monferrato a quelle sospese della Liguria, simbolo di una “viticoltura eroica” che sarà al centro di Mare&Mosto, l’evento dedicato alla viticoltura ligure e ai prodotti del territorio in programma domenica e lunedì nella suggestiva cornice dell’ex convento dell’Annunziata, affacciato sulla Baia del Silenzio di Sestri Levante. Ne parla Roberto Fiori su La Stampa di oggi. 

Rubriche

Rubriche

Un extrabrut che sembra davvero una Champagne”. Lo scrive Paolo Massobrio, che su La Stampa racconta la storia di cantina Fongaro, la cantina che sui Monti Lessini produce sei metodo classico in cui si riflette tutta la mineralità dei terreni della zona. @ Sulla stessa pagina, “DoctorChef” Federico Francesco Ferrero si interroga sul dilemma della supremazia dell’ingrediente o della tecnica, mentre Rocco Moliterni intervista Roberto Borghi, ideatore di Kitchen Mood, il format che rende più semplice avere uno chef quotato quando si organizza un evento. E che a proposito della sua idea confida: “Vogliamo realizzare un catering d’eccellenza, in cui proponiamo esponenti dell’alta cucina in grado di personalizzare gli eventi con uno stile e una filosofia originale”. Edoardo Raspelli recensisce i piatti del ristorante Il Portale di Verbania, con voto finale: 14/20 e già faccino radioso del GattiMassobrio @ Bruno Vespa su Panorama celebra i vini della cantina Venica & Venica e a proposito del Ronco delle Mele 2015 scrive: “E’ intenso come il profumo di una donna”. @ Ma tutti da leggere sono anche gli articoli pubblicati su ilGolosario, da quello dedicato al benessere degli amici a quattro zampe, in cui Claudia Gerosa presenta la prima linea di prodotti naturali per la cura e l’igiene degli animali firmata iAiAOh (per leggere l'articolo clicca qui), a quello in cui Motoko Iwasaki racconta l’esperienza vissuta alla corte di Savino Poffa, patron di un indirizzo radioso del GattiMassobrio: la Trattoria Urbana Mangiafuoco di Brescia. (per leggere l'articolo clicca qui).

Al via Riso&Rose in Monferrato

Al via Riso&Rose in Monferrato

Una grande festa che coinvolgerà il Monferrato per tutto il mese di maggio. Così il presidente del consorzio Mon.D.O, Maria Vittoria Gattoni, ha presentato l’edizione 2016 di Riso&Rose, la kermesse che a partire da questo fine settimana porterà tra le colline monferrine un ricco calendario di iniziative diffuse che si dipaneranno tra la piana del Po e le province di Alessandria e Asti, con l’obiettivo di centrare nuovi flussi turistici e valorizzare un territorio ricco di storia, cultura e tradizioni. “Il turista troverà in Monferrato tante opportunità di visita - ha spiegato il direttore di Mon.D.O Maria Luisa Torre - con iniziative che punteranno sulla varietà: una trentina di mostre di arte pittorica e fotografia, ma anche appuntamenti culturali e almeno una settantina di luoghi aperti alle visite, dai caratteristici inferno alle cantine, dalle chiese ai musei, dalle distillerie ai castelli, ma anche giardini in fiore attività sportive e intrattenimenti”. Per scoprire il programma dettagliato: www.monferrato.org.

L'assaggio

L'assaggio

E' per la Crema del Piave e gli altri stracchini prodotti dal Caseificio Tomasoni (via Bovon, 3 • tel. 0422 686200) di Breda di Piave (Tv), a partire da latte del trevigiano. Particolarmente interessante la linea a base di latte di capra e quella dedicata a esigenze nutrizionali particolari, con stracchino delattosato e probiotico. Su ilGolosario.it l'approfondimento di Fabio Molinari. 

Il Vino

Il Vino

E’ il Pinot Grigio di Ciani (tel. 0432676666) di Percoto (UD). Di colore giallo paglierino, ha profumi eleganti floreali e note di frutta a polpa bianca, e in particolare di mela Golden e pesca bianca, mentre al palato è fresco e di buona sapidità, con un buon finale.

CONDIVIDI
Facebook Twitter GooglePlus