• ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario

Cerca tra 2564 ristoranti, 3165 cantine, 4378 negozi e molto altro

CERCA
Chiudi Menu

Le Notizie del giorno 04/09/2019

La Notizia

La Notizia

La vendemmia 2019 ci conferma principali produttori di vino al mondo: con 46 milioni di ettolitri complessivi superiamo Francia (43,4) e Spagna (40). La produzione complessiva segna però un forte calo rispetto al 2018, facendo segnare un 16% in meno, con punte negative in Emilia Romagna e Sicilia (- 20%) e segno positivo (+10%) solo in Toscana. Ci consola la qualità che - secondo il presidente Uiv Abbona -  sarà tra il buono e l’eccellente. Lo scrive Luciano Ferraro sul Corriere della Sera. @ La dura vita dei braccianti agricoli irregolari: sono circa la metà del milione di lavoratori impiegati nei campi, guadagnano circa 3 euro l’ora in turni massacranti sotto il sole e praticamente senza diritti. Il valore totale del business sul caporalato vale circa 5 miliardi di euro. (Repubblica) @ Ogni anno in Italia finiscono nella spazzatura 15 miliardi di euro di cibo, equivalenti all’incirca allo 0,88% del Pil. A dirlo l’ultima indagine di Last Minute Market che rilancia insieme al ministero il premio “Vivere a spreco zero” per promuovere le buone pratiche. 

I benefici dei condimenti e le regole per l'uovo perfetto

I benefici dei condimenti e le regole per l'uovo perfetto

Il trucco per dimagrire? Condire bene l’insalata. Olio, aceto, pepe e sale, se usati nelle giuste quantità, possono essere un toccasana, già a partire dal cuore. Lo spiega Maria Sorbi, che sul Giornale passa in rassegna gli onnipresenti della tavola italiana scoprendone dei benefici inaspettati: l’olio, ad esempio, stimola il senso di sazietà e il metabolismo, mentre l’aceto brucia gli accumuli di grasso. Sale e pepe, invece, possono combattere la depressione ed esercitano un’azione disinfiammante. @ La filiera dell’ortofrutta non è equa. Lo ha rivelato una ricerca dell’Università di Bologna, secondo cui sui produttori pesano quasi tutti i costi di produzione e i rischi di impresa, a fronte di una redistribuzione del prezzo a scaffale che non arriva al 20%. L’approfondimento di Mariangela Latella su Italia Oggi. @ Fare l’uovo sembra semplice, ma non lo è. Parola di Moreno Sgallarino, che su Libero spiega come cucinare un “occhio di bue” possa risultare un’impresa, perché il tuorlo invade il bianco e rischia di diventare una frittata. I suoi segreti? la padella e la temperatura. @ Su Avvenire di oggi Paolo Massobrio fa un primo bilancio degli incontri di Carmagnola, tra agricoltura, gusto e politica, concludendo che: “Abbiamo bisogno di parlarci anche nelle piazze per scoprire quale sia il bene comune”.

Ho capito bene? Ho capito bene?

Sotto processo perché “troppo rumorose”. Dopo il gallo bretone Maurice, a finire al centro di un caso mediatico nazionale sono state una cinquantina di oche e anatre allevate da Dominique Douthe nel comune  francese di Soustons, accusate dai nuovi vicini di casa di essere eccessivamente vivaci. Ma al fianco dell’allevatrice sono subito scesi molti residenti della zona, le associazioni animaliste e la stessa sindaca - Frederique Charpenel - che su Facebook ha commentato “Qui, come altrove in Francia, è assolutamente necessario preservare le caratteristiche del mondo rurale”, definendo i vicini querelanti “Incapaci di integrarsi”.

L'assaggio

L'assaggio

Alla Cucina dei Frigoriferi Milanesi (via Giovanni Battista Piranesi, 10 • tel. 02 39666784) di Milano. Nel complesso dei Frigoriferi Milanesi, un locale con un menu ghiotto e prezzi invitanti. Tra i piatti firmati dal bravo Marco Tronconi ecco allora le busiate di grani antichi con sarde, pomodoro fresco e pesto di capperi e basilico, le palle di riso venere con gamberi e frutti di mare; la testina di vitello impanata alla milanese con salsa di rabarbaro e tarassaco e il manzo rosato con spinacino. Su ilGolosario.it la sosta di Paolo Massobrio. 

Il Vino

Il Vino

Il Buttafuoco “Corno del Diavolo2” 2016 di Bricco dei Roncotti (tel. 366 3025432) di Canneto Pavese (PV). Un Buttafuoco dal colore rubino intenso ed impenetrabile; al naso austero, vinoso e fruttato con un sottobosco appena accennato. In bocca è morbido, equilibrato, con i tannini levigati.

CONDIVIDI
Facebook Twitter GooglePlus LinkedIn