Golosaria Wine: buona (anche) la seconda

Si è svolta sabato, all’hotel Melià di Milano, la seconda Giornata del Vino di Golosaria dedicata alle etichette dell’Emilia-Romagna. Un appuntamento atteso che è stato aperto dall’incontro con Carlo Cracco, anch’esso vignaiolo in Romagna, e animato dai 40 produttori che per tutta la giornata hanno fatto scoprire i tanti volti del vino della regione: dal Lambrusco al Pignoletto; dal Sangiovese all’Albana e fino al Trebbiano, protagonisti anche di 5 masterclass dedicate. Grande attenzione è stata riservata poi all’Enoteca dell’Emilia-Romagna, con le referenze portate dai Consorzi di Tutela (Lambrusco, Vini Colli Bolognesi e Vini Emilia-Romagna) e premiate negli anni da Paolo Massobrio e Marco Gatti con il riconoscimento Top Hundred. Un flusso costante di pubblico, dalle 10 del mattino alle 20 di sera, ha contraddistinto la giornata che ha visto anche la partecipazione di Giorgio Palmucci, presidente di Enit che è giunto al Meliá nel pomeriggio intervenendo sul tema del turismo enogastronomico, con plauso per la prossima edizione di Vini ad Arte in programma in Romagna dal 22 al 24 maggio.

La notizia

Cereali e altre materie prime, ma anche fitofarmaci, macchinari e sementi sono in mano a 13 società in tutto il mondo, da cui dipende la sussistenza di 1,6 miliardi di produttori a cui toccano il 15% dei ricavi. Se ne parla su Il Fatto Quotidiano, dove si legge anche che, con la guerra, altri 263 milioni di persone sono scivolate nella povertà estrema e adesso rischiano la fame. @ I rincari di olio e riso mettono in crisi l’Asia. L’Indonesia, maggiore produttore di olio di palma con il 30% del totale, ha deciso lo stop all’esportazione per un’eccessiva richiesta dall’estero e una produzione meno abbondante per ragioni climatiche. I provvedimenti entreranno in vigore dal 28 aprile lasciando gli importatori con scorte sufficienti per circa due settimane. Ma le ragioni climatiche incidono sensibilmente anche sulla produzione di riso thailandese. Secondo l’indice Global Climate Risk 2021 il Paese è tra i primi dieci ad avere subito eventi climatici esterni che la Banca mondiale e l’Asia Developement Bank segnalano lontani dall’esaurirsi. (Avvenire) @ Riso, grano e mais sono invece da considerarsi un tesoro per la Lombardia. La regione potrebbe essere una scialuppa di salvataggio per l’intera economia alimentare nazionale alle prese con la guerra in Ucraina. Ma i livelli delle fonti idriche sono ai minimi termini e serve più acqua. (Avvenire) @ Anche il gelato diventa roba da ricchi. Un chilo di gelato arriva a costare 20 euro; in centro a Milano una coppetta bigusto costa 3,50 euro e in periferia non va meglio. Ma la colpa non è solo dei rincari delle materie prime: dal 2001 i prezzi sono cresciuti del 200%. (Libero) @ I giovani preferiscono il vino italiano e aumenta il numero di chi cerca la qualità. Alla quantità i consumatori preferiscono il gusto, e il consumo è diventato più responsabile. A dirlo uno studio di Censis ed Enpaia, che fa il punto sul rapporto delle nuove generazioni con rossi, bianchi e rosé. E spazza via i luoghi comuni. “Schiacciare il rapporto dei ragazzi con l’alcol solo sulle modalità estreme è una forzatura - si legge nel report - Per la maggioranza invece, vince la fruizione contenuta e che soddisfa”. (La Repubblica) @ Furti di arnie, pesticidi e siccità mettono in crisi l’ “Ape economy”. Il Piemonte è stato a lungo il primo produttore di miele d’acacia d’Italia e resta la prima regione per numero di alveari. Ma l’ecosistema di questi preziosi insetti, da cui dipende un terzo del settore agroalimentare, è messo in ginocchio dal cambiamento climatico. Il servizio di Christian Benna sul Corriere della Sera di lunedì. @ Sulle spiagge torna l’estate d’altri tempi. Cambiano le disposizioni sulla sicurezza e in vista dell’estate arrivano le linee guida del Ministero per gli stabilimenti balneari, che di notte potranno diventare discoteche e dove di giorno torneranno ad essere sdoganati acquagym e beach volley. (Repubblica)

Alba capitale dell'enoturismo, Carta Enologica e la crociata per salvare lo spiedo bresciano

Il mio Barolo va in alta quota”. A parlare è Federica Boffa, 24enne alla guida della cantina Pio Boffa che dopo la scomparsa di papà Pio, nell’aprile del 2021, ha preso le redini dell’azienda dove adesso mette insieme tradizione e innovazione. “Papà - racconta - mi ha insegnato che la cura dei vigneti non è chimica ma biologia”. (Corriere della Sera) @ Nelle Langhe, tra Alba e Barolo, spunta anche il nuovo progetto di Sandra Vezza, vignaiola a capo dell’azienda di famiglia Italgelatine: una vetrina delle opere di Gufran e Memphis, dal divano Bocca ai mobili di Sottsass. (Corriere della Sera) @ Alba, Langhe e Monferrato saranno la capitale mondiale del turismo enogastronomico. Se ne parla su Specchio di domenica, ma anche su La Stampa di Cuneo, che rilancia la giornata organizzata dal canale Ilgusto.it con La Stampa per accompagnare Alba nel suo percorso a capitale dell’enoturismo. @ Nasce la carta enologica “cru” del Monferrato. Si chiama “Zone e vingneti del Monferrato casalese - i cru di Enogea” ed è stata presentata al Museo civico di Casale per illustrare i vini prodotti in 33 Comuni del Monferrato casalese. La carta è stata realizzata grazie al Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo rurale 2014-2020, con il contributo di Fondazione Cra, Comune di Casale Monferrato e Consorzio Gran Monferrato. (La Stampa) @ Selvaggina gratis per salvare lo “spiedo bresciano”. Passata la Pasqua, la Regione Lombardia si occupa della nuova legge per “tutelare lo spiedo bresciano e riportarlo nelle sagre e nei ristoranti”. Il nuovo progetto di legge che ha appena iniziato il suo iter propone infatti di consentire “ai cacciatori e coloro che preparano la piccola selvaggina, di cederla al consumatore finale, sempre e soltanto a titolo gratuito”. (La Repubblica) @ I bollini di formaggi e salumi finiranno su scarpe e vestiti. La Commissione Ue estenderà l’impiego di Dop e Igp a manufatti artigianali e industriali made in Ue. Il rischio però è di snaturare la protezione legata ai bollini Dop e Igp, generando confusione nei consumatori che già ora non hanno chiara la differenza fra un salume Dop e uno Igp. Lo spiega Attilio Barbieri su Libero, dove pure si legge della “pioggia” di soldi in arrivo per la carne artificiale. La Nowadays di San Francisco, in California, ha appena chiuso un round di finanziamento da 7 milioni di dollari che servirà a espandere il portafoglio prodotti e incrementare la distribuzione dei suoi surrogati di carne.

Riprendono le Settimane del Gusto Lombardo

Con un articolo pubblicato ieri su La Verità e dedicato alla storia del Grana Padano, Gemma Gaetani ha rilanciato le Settimane del Gusto Lombardo, iniziativa ideata nell’ambito del progetto “Nati per stare insieme” e volta a celebrare l’abbinamento tra il Grana Padano Dop e i vini lombardi di Ascovilo. Dopo i primi 7 appuntamenti delle scorse settimane, fino al 14 maggio le Settimane del Gusto proseguiranno alla Locanda del Carmine di Pavia (questa sera) e giovedì alla Piana di Carate Brianza. Quindi, dal 2 al 7 maggio, al ristorante Cantuccio di Albavilla e al ristorante Collina di Almenno San Bartolomeo, che il 3 e 5 maggio ospiteranno rispettivamente la cena con Paolo Massobrio e Marco Gatti. Ultimi due appuntamenti, dal 9 al 14 maggio, saranno invece all’Osteria l’Abbiccì di Seregno e al ristorante di Cristian Magri di Settimo Milanese, dove il 10 e 14 maggio sono in programma la cena con Paolo Massobrio e, in ultimo, il pranzo con Marco Gatti. Tutte le informazioni su menu e prenotazioni a questo link.

Animalia

Io conosco i lupi e non sono così cattivi”. Parola di Mia Canestrini, la zoologa bolognese che per 10 anni ha vissuto nei boschi sull’Appennino per dedicarsi allo studio dei lupi. La sua intervista su Qn di ieri.

Ho capito bene?

Pizza in tutte le salse e di tutti i gusti. Lo sanno bene a New York, dove presto al piatto più famoso del mondo potrebbe essere aggiunta anche la cannabis. Dopo aver dato il via libera all’uso di marijuana a scopo ricreativo, l’Empire state sta valutando la possibilità di concedere la licenza a pizzerie e ristoranti per vendere cibi con cannabis. Ci sono però delle complicazioni: l’acquisto di marijuana è vietato ai minori di 21 anni, per cui la pizza alla cannabis non potrebbe essere venduta a bambini e adolescenti.

L'assaggio

Al ristorante Il Moro (p.zza Garibaldi, 6 • tel. 0143 46157) di Capriata d’Orba (AL). Nel centro di Capriata, un locale che propone una bella rivisitazione della cucina piemontese-ligure, con piatti come la cruda di Fassona, il Salame Nobile del Giarolo con le fave, ma anche i rabaton gratinati, i corzetti con pinoli e maggiorana e le acciughe riviera panate fritte. Su ilGolosario.it la sosta di Domenico Arecco.

Il vino

E’ il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore extra dry “Le Fade” di Luca Ricci di Conegliano (TV). Un campione da manuale, che si forma grazie a un mese di presa di spuma in autoclave. Di colore giallo paglierino luccicante, offre profumi di mela matura ingentiliti dal confetto, quasi aromatico, con bollicine fini e persistenti che diventano cremose. Lo descrive Paolo Massobrio insieme ad altri campioni di questa cantina nel suo ultimo articolo pubblicato su ilGusto.it.

Lutti

Il mondo del vino piange la morte di Franco Allegrini, vignaiolo simbolo della Valpolicella scomparso sabato a 65 anni. @ Se ne è andato anche Antonio Molinari, presidente dell’omonima azienda di Civitavecchia che ha legato il suo nome alla Sambuca. Si è spento ieri, dopo una lunga malattia, all’età di 81 anni.