La Notizia

Una pera per prevenire la sbronza (da Libero). Un ricerca dell'Agenzia australiana della Scienza CSIRO consiglierebbe il consumo di pere Nashi contro i postumi di un'eccessiva bevuta perché in grado di agire sugli enzimi coinvolti nel metabolismo dell'alcol. (Peccato solo che una pubblicità progresso "Fatti una pera contro la sbronza" potrebbe essere controproducente). @ Più politically correct invece i mirtilli che sempre Libero definisce l'oro viola: il loro prezzo oscilla tra i 10 e i 15 euro a chilo, il mercato è in forte crescita e in Italia crescono le coltivazioni. @ Il mondo dell'agricoltura però quest'anno deve fare i conti con la grande siccità: sulla Stampa un interessante reportage sulla difficile situazione piemontese. Nel Cuneese sono due mesi che non piove e i sindaci firmano ordinanze antisprechi. Anche i malgari scendono dagli alpeggi perché non c'è cibo per gli allevamenti. "Sarà la prossima pandemia ma la biodiversità ci salverà" il commento sulle stesse pagine di Carlo Petrini. @ E tra le prime vittime di siccità e cimice asiatica c'è purtroppo la nocciola piemontese: secondo gli esperti la raccolta sarà scarsa come quantità (circa 140 mila quintali, la metà rispetto allo scorso anno) e anche la qualità sarà al di sotto delle aspettative. @ Un ristorante può essere un volano per un territorio: sula Stampa di Cuneo Adriano Ravera racconta il caso del Rododendro di San Giacomo di Roburent che ha acceso le luci su una vallata dove in molti clienti hanno poi comprato casa. @ Il biologico cresce anche grazie alle comunità: in Italia infatti sono sempre di più i biodistretti che oggi coinvolgono 646 comuni, dalla Val di Vara al Cilento. Sono oltre 50 e di questi 19 sono nati negli ultimi due anni, fanno convergere pubblico e privato e sono un importante sostegno per gli agricoltori. (Corriere della Sera) @ Il gelato di Tonitto dalla Liguria al mondo: la storica azienda genovese, produttrice di gelati e sorbetti, nel primo semestre dell'anno ha fatto registrare una crescita record con un +40% sul fatturato 2020. (Corriere della Sera) @ Se è vero che leggere fa bene alla salute, i libri arrivano in farmacia. Succede a Quarna Sopra, sul Lago d’Orta, dove la farmacista Valentina Maestri ha promosso l’iniziativa di utilizzare libri come terapie al posto delle tradizionali medicine. (La Stampa) @ Bella anche l’iniziativa avviata a San Severo (Foggia) con “Seminamenti”, progetto di agricoltura sociale promosso dalla cooperativa Attivamente volto ad aiutare i più giovani costruendo per loro percorsi di inserimento lavorativo. Se ne parla su Buonenotizie del Corriere della Sera. @ Sulle stesse pagine trova spazio anche la storia di Amalia Arpini, che dirige con il marito e la figlia l’azienda agricola Le Sodere a Belforte del Chienti, nel Maceratese. Una storia di rinascita iniziata dopo il terremoto del 2016, quando la famiglia si è rimboccata le maniche per ripartire, superando difficoltà e burocrazia. Oggi si occupano di ovini di razza bergamasca, coltivano lenticchie e farro, producono olio extravergine biologico. @ A Torre Pellice torna invece a nuova vita Maison Filipot, storica pensione di fine ‘800 rinata grazie alla discendente Patrizia Colombo, che anche nell’arredamento ha ricreato i dettagli dell’epoca. Persino con l’insegna. (Corriere della Sera di Torino) @ Su ilGusto.it Paolo Massobrio celebra i Lambrusco della famiglia Medici, che fra la via Emilia e le prime colline della Valle d'Enza ha investito sul rilancio dell'uva a bacca rossa di cui oggi è testimone il giovane Alessandro. 

Ho capito bene?

Non riescono ad avviare la loro nuova pizzeria da asporto perché Tim ha disattivato la linea telefonica assegnando lo stesso numero a una ignara signora di Trieste, che continua a ricevere richieste di pizze. E’ quanto capitato ai titolari della pizzeria Mangiafuoco, che ora dovranno vedersela con l’operatore telefonico per sistemare il disguido. (La Verità)

Animalia

I piccoli dei pipistrelli balbettano come bebè. E’ quanto rivelato da uno studio pubblicato sulla rivista Science, secondo cui i cuccioli della specie Saccopteryx bilineata, che vivono sugli alberi nell’America Centrale, si esercitano a balbettare per imparare a controllare il proprio sistema vocale, non limitandosi ad usare soltanto gli ultrasuoni ma emettendo suoni che anche l’orecchio umano può percepire. (Italia Oggi)

L'assaggio

All’Antica Trattoria Al Gallo 1909 (via Maggiore, 87 • tel. 0544 213775) di Ravenna. Una sosta radiosa alla tavola di Ferdinando e Delia, appena fuori la porta della città. Un ristorante che è un’istituzione grazie alla sua cucina autentica, celebrata da piatti come i sardonici alla Ravennate, i cappelletti di Ravenna al ragù romagnolo o le polpette di filetto di manzo con fricandò di verdure. Su ilGolosario.it la sosta di Paolo Massobrio.

Il vino

Bella scoperta in Valle D’Aosta con la cantina Le Clocher di Jovencan. Fantastici Fumin, Cornalin e Pinot Nero, il vino da cercare per queste giornate estive è tuttavia il suo Petite Arvine 2020 che ha colore paglierino di bella consistenza, al naso sono evidenti le note di pera e frutta bianca, e l’acidità ci fa dire il nashi. In bocca ne apprezzi la freschezza, ma anche il corpo. Un Perit arvine come deve essere: sapido e minerale sul finale, autentica espressione di questo territorio d’alta quota.