La Notizia

Autunno, tempo di dieta anti-Covid. Per rafforzare il sistema immunitario in vista dei primi freddi e di una possibile nuova ondata di contagi servono molte vitamine. Ma perché queste siano davvero efficaci, vanno assunte con gli alimenti, non attraverso gli integratori.  Questo e altri consigli degli esperti sono raccolti nel volume “La dieta buona”, il saggio di Daniele Nucci e Antonella Viola presentato sul Venerdì di repubblica da Giuliano Aluffi. @ “Servivano energia fresca e capitali”. Così il fondatore di Eataly Oscar Farinetti sul Corriere della Sera racconta le ragioni alla base della scelta del nuovo socio Andrea Bonomi, dopo la frenata dovuta ai due anni di pandemia. Eataly spa - si legge - ha chiuso il 2021 con una perdita netta di 22 milioni, che salgono a 31 milioni a livello consolidato, a fronte di 464 milioni di ricavi a livello di gruppo. La partecipazione di Fico, il parco enogastronomico a Bologna, che finora ha perso 7,5 milioni, è stata svalutata del 100%. L’indebitamento del gruppo ha superato i 200 milioni, di cui 105 milioni verso la Sace. “La pandemia ci ha dato un colpo fortissimo, con tutti i ristoranti chiusi - spiega Farinetti - L’Italia non cresce, abbiamo avuto difficoltà soprattutto al Sud e due anni fa abbiamo chiuso il negozio-mercato di Bari. Ora c’è la guerra e l’Europa è più lenta a reagire rispetto all’America”. @ Si parla ancora di soluzioni anti-crisi sulle pagine di Repubblica, che riporta i casi di alcune panetterie milanesi che affrontano i rincari energetici e delle materie prime spegnendo i forni e rivedendo l’offerta. “Ma se ci fermiamo noi - dicono i fornai - si spengono le periferie”. @ Milano rinasce in cascina. Con il progetto “La Corte del Bene comune” sei realtà del terzo settore e un’azienda si uniscono per ristrutturare un’antica grangia, la cascina Monluè. Un investimento da 7 milioni di euro per rispondere a una grande sfida: coniugare integrazione delle persone più fragili e impresa. Se ne parla su Avvenire e Corriere della Sera.

Ho capito bene?

Percepiva il reddito di cittadinanza, ma coltivava marijuana. E’ successo a Sommariva Bosco, dove i finanzieri, avvisati dalla proprietaria del terreno su cui era sorta abusivamente la piantagione, hanno scovato oltre 43 piante di diverse dimensioni in piena fase vegetativa che sul mercato avrebbero fatturato più di 60 mila euro. A finire nei guai Maurizio Bono, un 38enne originario del luogo da tempo residente a Carmagnola, con diversi precedenti penali in materia di sostanze stupefacenti. (La Stampa di Cuneo) @ Dal Veneto arrivano invece altre storie curiose riguardanti 39 strutture ricettive risultate irregolari: dalla signora di Mestre che dormiva in garage per poter affittare tutte le camere del suo appartamento, a chi aveva sistemato il sottoscala per poter inserire letti e metterli in locazione per i turisti, fino alle barche messe a disposizione non per la navigazione ma per il pernottamento sulle rive della Giudecca. (Corriere di Verona) 

Guerra del gelato; turismo sulle vie del Sale e la cucina rinascimentale

Il CdA di Ben & Jerry’s, società produttrice del celebre gelato americano con sede nel Vermont, ha perso il primo round giudiziale con Unilever, la multinazionale britannica che aveva acquistato il marchio nel 2000. Il motivo della disputa? Lo stop alla vendita dei prodotti in Cisgiordania, adducendo come motivo il mancato rispetto dei diritti umani. Decisione che non era piaciuta a Unilever, che aveva aggirato la decisione vendendo le sue attività in Israele al concessionario della locale American Quality Products. (Il Venerdì di Repubblica) @ Un altro strumento per incentivare il turismo lento alla scoperta delle bellezze dell’Appennino. L’Associazione La Pietra Verde di Cantalupo Ligure ha messo online il nuovo sito “Le vie del Sale” dedicato a percorsi escursionistici che dalla Pianura Padana e dalle Valli Piacentine raggiungono la costa ligure. All’indirizzo leviedelsale.org si possono conoscere sentieri come la Via del Mare, la Via del Sale o il nuovo percorso La Mulattiera dell’Olio. (La Stampa) @ Sulle stesse pagine è poi da leggere anche l’anticipazione della lectio magistralis che Massimo Montanari, storico dell’alimentazione, terrà oggi in apertura del festival “Cucina d’Epoca” di Camogli, kermesse dedicata alla cucina italiana ed europea nel Rinascimento. “In un’epoca attenta a segnalare le differenze di classe tramite la tavola - si legge - a caratterizzarci in Europa è l’incontro fra sapori contadini e d’élite”. @ Tra i consigli letterari, su Libero è rilanciato il libro dal titolo “Spiriti - bere molto consapevolmente”, il saggio in cui Daniela Garcea svela, tra aneddoti e curiosità, tutto ciò che è racchiuso in una bottiglia di liquore. Con un invito a bere coscienziosamente. (Libero)

L'appuntamento

Inizia oggi, a Carpi, l’EmiliaFoodFest, il festival culturale-gastronomico che fino a domenica porterà nella cittadina emiliana i sapori e le tradizioni della via Emilia. Per l’occasione Piazza Martiri si trasformerà in un teatro a cielo aperto che dalle 9 alle 20 ospiterà i banchi dei produttori, scegliendo tra un vastissimo palinsesto di eventi collaterali. Tra questi, domenica 25 settembre alle ore 16, presso il Cortile d’Onore, Palazzo dei Pio, l’incontro dal titolo “Gnocco e i suoi fratelli” Processo allo gnocco fritto e ai suoi simili, che vedrà la partecipazione di Paolo Massobrio con Luca Bonacini, nei ruoli di pubblico ministero e avvocato difensore, che si sfideranno a suon di arringhe portando sul palco qualificati testimoni per portare la giuria ad esprimere il suo definitivo verdetto. L’approfondimento a questo link

L'assaggio

Al ristorante Casa Leone (via Piave, 6 • tel. 0356 37020) di Paladina (BG). Con Claudia Brunelli e Giorgio Cazzaniga, in un ambiente pieno di charme, una cucina d’autore che conquista con proposte che vanno dalla tartare di cavallo con burrata al risotto con porcini e mirtilli; dagli scarpinocc fatti in casa con burro e salvia ai diversi tagli di carne di manzo, asino o cavallo cotti sulla brace. Su ilGolosario.it la sosta di Marco Gatti. 

Il vino

Badde Nigolosu è il Cru della cantina Dettori, un anfiteatro naturale sulle colline più alte nel Comune di Sennori (SS). Il Dettori Romangia Rosso 2007 è un vino che introduce a un viaggio nel tempo. Dal colore rubino profondo, al naso si propone con note di viola e lavanda, lentisco, mentuccia e timo, per poi spostarsi su profumi intensi di visciola e mirto, e fondersi con sensazioni di cacao, carruba, grafite e pepe nero. Caldo ma dalla beva irresistibile perché sostenuto da bella sapidità, ha finale lunghissimo. Un grande vino!