La Notizia

Natale al buio? Ce lo si chiede su La Stampa, dove si legge che anche i grandi contenitori del commercio non sono esenti dal caro-bollette. Così nel Cuneese anche gli outlet come Mondovicino invitano i loro negozi ad abbassare le temperature e a spegnere le luci del prossimo Natale. “Quest’anno niente addobbi luminosi - spiega l’ad di Mondovicino Andrea Caramelli - Per il caro bollette e per aiutare l’ambiente in una fase climatica così delicata”. Stessa cosa per i supermercati, che si trovano a fare i conti con fatture da capogiro: 200-300% in più per bolletta, complice soprattutto la gestione della catena del freddo e dei banchi refrigerati. @ La cena in hotel va sempre più di moda. Un tempo la cucina d’albergo era guardata con sospetto, ma adesso sono moltissime le strutture che propongono una cucina curata e di tendenza, spesso firmata da chef star. E’ il caso dell’hotel Gallia di Milano, il cui ristorante è affidato alle mani dei fratelli Lebano con la consulenza della famiglia Cerea, ma anche del Mandarin, che affida la cucina del ristorante Seta alle cure di Antonio Guida. Quindi il Belmond Cipriani di Venezia, che vede in cucina Riccardo Canella; il Rome Cavalieri che può contare sui piatti iconici di Heinz Beck o l’Helvetia Bristol di Firenze, con la carta del ristorante “Cibreo” firmata da Giulio Picchi. Questi esempi e molti altri sono riportati da Francesco Seminara su I Piaceri del Gusto. @ Apre oggi, a Torino, il Salone del Gusto, l’evento organizzato da Slow Food che per la prima volta fino a lunedì porterà al Parco Dora degustazioni e riflessioni sul cibo pulito e giusto. Tutto il programma è raccontato su Repubblica nello speciale firmato da Valentina Dirindin.

Il grande archivio della Doc e la vendemmia della svolta

Un convegno per parlare del riconoscimento ministeriale dell’Archivio sulla Doc come bene di interesse storico e per mettere le basi del progetto di un grande archivio nazionale dei vini doc italiani. E’ l’iniziativa organizzata dal Comitato Casale Monferrato Capitale della Doc in programma domani, alle 17, nel salone Marescalchi del Castello di Casale. “Abbiamo voluto togliere la polvere dagli archivi perché vengano utilizzati per il presente e per il futuro vantaggio della produzione vinicola monferrina e dello sviluppo turistico. Il vino è uno strumento, non un fine” ha spiegato Andrea Desana, presidente del Comitato organizzatore e figlio di Paolo Desana, primo firmatario della legge del 1963 sulla Denominazione Controllata. (La Stampa di Alessandria) @ Quella del 2022 sarà la vendemmia della svolta. L’ultima annata ha sbaragliato ogni record per caldo e siccità, ma il raccolto è stato più abbondante del previsto. Una buona notizia che deve però fare i conti con un cambiamento climatico irreversibile, che minaccia le viti e rischia di influenzare gusto del vino e consumi. In questo senso, un appello arriva dal presidente di Assovini Sicilia, Laurent Bernard de la Gatinais, che lancia una provocazione ai colleghi del Nord: “Imparate dalla Sicilia. Sappiamo gestire bene il clima”. Ma ora il timore è per il caro-energia. (I Piaceri del Gusto) @ Dal piccolo schermo alla cucina. E’ la storia di Marco Maccarini, ex presentatore di Mtv e Festivalbar che ha intrapreso una nuova sfida nel mondo della ristorazione e a Milano, a pochi passi da Parco Forlanini, ha rilanciato “Valtellina Osteria con Giardino”.Ho sempre lavorato per passione e oggi non sentirmi più rappresentato da quel mondo mi fa soffrire - racconta - anche per questo motivo ho deciso di dedicarmi ad altro”.

L'assaggio

Al ristorante Violetta (fraz. Valle San Giovanni, 1 • tel. 0141769011) di Calamandrana (AT). L’atmosfera è quella delle trattorie di campagna d’antan, con i piatti del territorio proposti con capacità e cortesia da Carlo, Silvana e Kathrine. In tavola ecco allora l’aspic di verdure, prosciutto e pollo con salsa alla senape, piatto iconico del locale, ma anche gli agnolotti monferrini, la faraona farcita con verdura e filetti di pollo e la classica finanziera. Su ilGolosario.it la sosta di Paolo Massobrio e Andrea Voltolini.

 

Il vino

Uno straordinario Derthona Timorasso 2020 scoperto dai Circella de La Brinca di Nè (GE). Lo produce in anfora l’azienda Cas’Al’Mat di Brignano Frascata (AL) e questa è la prima riuscitissima vendemmia. Ha colore tendente all’oro di piacevole concentrazione. Al naso sono intense le note di idrocarburi; in bocca il velluto è speciale accarezzato da una piacevole mineralità. Un Timorasso fuori dal comune, che apre una nuova strada. Eccellente. (In attesa di costruire la cantina, per ora i giovani titolari hanno sede a Roddino)