La Notizia

Fenomeno cibo a domicilio: la corsa del food delivery sta rallentando e la fatica si nota in Borsa. Secondo un’analisi di settore, riportata sul Sette del Corriere.it, in 7 anni le aziende tech del delivery avrebbero accumulato oltre 20 miliardi di dollari di perdite. Infatti dopo il boom degli anni del Covid le app hanno scelto di investire aggressivamente nella crescita invece di chiudere in attivo alla fine dell’anno, e così oggi un’azione di Just Eat Takeaway è arrivata a valere 12 euro, mentre 4 anni fa era a 109 dollari. Una realtà in affanno che ha provato a uscirne aumentando l’efficienza nelle consegne e il salario dei rider, ma in questo modo i prezzi del servizio e le commissioni sono aumentati portando i clienti a pagare un caffè 26 dollari. @ Arrivare a 100 anni sani è possibile, grazie all’ottimizzazione dell’apporto calorico e della composizione di una dieta sana ed equilibrata. Ad oggi, due miliardi di persone nel mondo tra i 18 e 69 anni sono in sovrappeso o soffrono di obesità, patologie che aumentano il rischio di cancro, malattie cardiache e Alzheimer. Valter Longo, direttore dell’Istituto di Longevità della University of Southern California, spiega come regolare calorie e alimentazione, ma anche attuare digiuni (seguiti da nutrizionisti esperti) possono ridurre i fattori di rischio e ritardare l’invecchiamento, facendo risparmiare anche circa 7 mila miliardi di euro nei prossimi 50 anni. (Sette IlCorriere della Sera)

L'app che salva le anguille, il Prosekar cerca l'autonomia

L’anguilla, minacciata dal cambiamento climatico, è a rischio estinzione. Per difenderla gli chef della Costa Azzurra hanno deciso di bandirla dai loro menù, ma non per tutti è questa la soluzione. Infatti a Comacchio, nel ferrarese (dove questo pesce vive da sempre) i ricercatori hanno realizzato un’App che fotografando l’anguilla catturata che permette di riconoscere quella emigrante, che andrà quindi liberata, da quella che invece potrà essere pescata. (Il Venerdì) @ Il Prosecco inizia una nuova guerra: i produttori triestini del Prosekar rivendicano più autonomia nel progetto che avrebbe dovuto far nascere il metodo classico Prosecco spuntante Prosekar. Il presidente dell’associazione Prosekar, Andrej Bole, aveva chiesto che il loro territorio di produzione, il Carso, fosse una sottozona che avrebbe permesso di evolvere poi in una sottozona autonoma, invece spiega – siamo solo una menzione che i impedisce di decidere sul nostro futuro. (Corriere di Verona) @ Oggi e domani si celebrano i dieci anni di Unesco dei paesaggi viticoli di Langhe Roero e Monferrato. I festeggiamenti si terrano al Castello Grinzane Cavour (CN), dove si discuterà anche di un nuovo piano di sviluppo turistico. (Corriere della Sera) @ Dopo 70 anni torna a nidificare in Piemonte la ghiandaia marina, nell’altopiano alessandrino tra il torrente Orba e il fiume Bormida Ma la permanenza di questo uccello, che solitamente migra a sud del Sahara in inverno, è già minacciata dal progetto green economy depositato al Ministero dell'Ambiente, della ditta milanese Ski 26, che vuole costruire un parco agrivoltaico di dieci ettari, con una estensione reale di 33 con allaccio alla centrale. (Corriere della Sera) @ Su Il Biellese di oggi Arnaldo Cartotto propone alcune soste tra Piemonte e Valle d’Aosta tratte dalle nostre guide. Per i ristoranti siamo nel Verbano Cusio Ossola alla locanda Walser Schtuba e per le botteghe alla Centrale Laitiere Vallèe d’Aoste a Gresson. E poi commenta i vini locali prendendo spunto dalla degustazione di Paolo Massobrio pubblicata su La Circolare.

Ho capito bene?

Un bolide, ovvero un meteorite a elevata luminosità, ha solcato i cieli della Toscana per poi probabilmente perdere alcuni frammenti in mare. È questa l’ipotesi più probabile del boato avvertito ieri alle 16.29 tra Grosseto, Livorno e l’Arcipelago e che ha spaventato i cittadini, impazziti sui social con video e commenti. La sorgente del segnale sonoro, causato dall’impatto del meteorite con l’atmosfera, è stata individuata a sud dell’isola di Montecristo, ma il boato che si è esteso per decine di km sulle coste toscane pare essersi avvertito fino alla Valle d’Aosta. (QN)

L'assaggio

Una vera sorpresa Jole a Roma in zona Testaccio di fronte al Mattatoio. In questo ristorante informale il piatto irrinunciabile rimane la trippa con le foglie di mentuccia e pecorino, davvero speciale. Agli antipasti le crocchette di bollito con la salsa verde; fra i primi i ravioli di Jole ripieni di coda alla vaccinara, saltati con il sughetto di cottura, si prosegue con l’agnello porchettato con puntarelle grigliate e salsa demi-glace. Ai dolci il tortino con mele e cannella servito con crema al Vov.

Il vino

È l'Extra Brut Millesimato “Eracle” 2020 prodotto da Roberto Bianco a Casciago (Va). Di colore paglierino brillante, ha naso immediatamente speziatocon una inclinazione ematica che pian piano lascia spazio alla minerali che ne rappresenta la cifra di lettura più interessante. In bocca è ricco, molto fresco, sapido, con un’acidità spiccata, nervosa, che ne fa un vino non perfetto ma dalle grandi potenzialità in un territorio tutto da scoprire.