La notizia

Il Vino del villaggio è partito. Il progetto che vede capofila il Comune di Casale Monferrato, riunisce ventuno paesi, ventuno cantine e ventuno vini per raccontare il valore artistico, culturale e paesaggistico del Monferrato. Ora il Vino del villaggio, contrassegnato da un sigillo posto su ogni bottiglia, è pronto nelle cantine indicate, ma anche nei ristoranti e nei negozi che lo hanno acquisito. A questo link gli aderenti e la mappa. @ Dopo il vino in lattina non c’è da stupirsi se si parla di caffe in lattina. Una tendenza quella della lattina e delle cold brew (infuso freddo) che, sdoganata dalle abitudini della Gen z e portata dal clima sempre più caldo, ha influenzato marchi come Lavazza, Illy, Kimbo e altri. Secondo le previsioni il mercato a 1,37 miliardi di dollari entro il 2025. (ilGusto.it) @ “Birra italiana senza schiuma” titola Emanuele Scarci su ItaliaOggi. Infatti la domanda è in calo, come dimostra il leader di mercato Heineken che ha chiuso l’anno con un -4,6%, ma con ricavi record e un utile di oltre il 10%, staccando così un dividendo di 91,5 mln di euro per socio unico. @ Mulino Bianco è il brand che finisce con maggior frequenza nei carrelli degli italiani. È il risultato della ricerca di Brand Footprint Europe Report 2024, che stila la classifica dei marchi a largo consumo più venduti tra i consumatori, dato essenziale anche per i produttori e per i distributori. In cima alla classifica, dopo i prodotti da forno, ci sono Kinder e Coca Cola. (Libero) @ “Il fabbisogno di grano è aumentato e siamo invasi dalle esportazioni dalla Turchia – allarma Vincenzo Divella, ad dell’omonimo gruppo, leader nel mondo della pastaservono i dazi, che aumenteranno il prezzo della materia prima, ma è il solo modo per salvare gli agricoltori”. Nell’intervista su LaVerità parla poi delle difficoltà e restrizioni che impone l’Ue, ma anche dell’ostilità competitiva di Paesi come Canada e Spagna. @ Quale sarà il destino della vendemmia 2024? Una domanda che si pongono i produttori piemontesi, che dopo un inizio d’estate con tanta pioggia e le previsioni di Arpa Piemonte, secondo cui potrebbe non piovere più fino a metà novembre, per il vino sarà un’annata anomala. A pensarla positiva è Gianfranco Toso, ad delle omonime cantine: “Questo clima garantisce una perfetta maturazione delle uve, ci aspettiamo un’altra vendemmia anticipata”. @ Un altro uovo perfettamente tondo è stato trovato in Lessina. Dopo quello trovato a Bassano del Grappa poche settimane fa, il raro evento, che teoricamente accade una volta su un miliardo, non sembra poi più tanto raro. (L’Arena) @ Si registra una invasione di zecche nelle colline di Aversa fino ai confini cittadini di Negrar: se nel 2023, in questo stesso periodo, gli accessi al Pronto Soccorso per il morso di zecca erano stati poco più di 70, ora i casi sono già 132. La casistica ha fatto avviare uno studio clinico, chiamato “Ticktoc”, all’Ospedale Sacro Cuore Don Calabria per mappare la popolazione e la diffusione delle zecche. (L’Arena)

PizzAut a spasso per l’Italia

PizzAut non ferma la sua corsa e presenta i suoi due primi foodtruck, o meglio “PizzAutBus”, pronti a sfornare sì pizze, ma anche ad aumentare l’inclusività nel mondo del lavoro per le persone con disabilità. Il piano d’impresa, curato da Pwc Italia, prevede 5 assunzioni per ogni foodtruck con l’obiettivo di arrivare a 120 entro il 2028 con la partenza di 30 ristoranti mobili. A sostenere l'iniziativa il ministro alla disabilità Alessandra Locatelli che dichiara come il progetto possa far aprire la mente alle persone sul valore aggiunto che può la disabilità può avere. (QN) Anche su Avvenire si parla di PizzAut e dell’obiettivo di moltiplicare le occasioni di lavoro per i giovani “speciali”: Acampora, fondatore del progetto, vuole diffondere il messaggio di inclusione in tutta Italia, prevedendo una flotta di 100 truck e 500 persone entro il 2034, sparsi per la penisola. Alla presentazione dei primi due mezzi presente anche il cantante Elio, sostenitore della causa, che spera nella nascita anche di altre realtà come questa. (Avvenire)

L'assaggio

Ad Arenzano (Ge), da un gruppo di amici appassionato di gusto, è nato il ristorante PapuPaio, situato nel porticciolo, dove si gustano i piatti della tradizione ligure. Per cominciare tartare di tonno salsa all’erba cipollina e maionese al lime, quindi le trofie al pesto e poi, di secondo fritto di calamari e gamberi con chips di verdure. A chiudere la crostata con crema chantilly al mascarpone e fragole. La sosta completa su ilGolosario.it

Il vino

È il Chianti Classico “Vallenuova” 2022 prodotto da Tolaini a Castelnuovo Berardenga (Si). Di colore rubino concentrato, ha naso che richiama immediatamente i migliori campioni di sangiovese con la mora e il pepe. In bocca è tondo, tannico, elegante.